Inzaghi: «Contro questa Juve sarebbe servito qualcosa di straordinario. Rigore? Non ci stava. E poi sullo 0-0..»

© foto www.imagephotoagency.it

«Il primo tempo è stato equilibrato, la Juve ci ha lasciato il possesso, noi potevamo fare meglio, in alcune occasioni avremmo dovuto avere più personalità». Esordisce così Simone Inzaghi ai microfoni di Sky Sport dopo il 3-0 subito dalla Lazio allo Juventus Stadium contro i bianconeri. «Quando rimani in 10 la missione diviene impossibile, prosegue il tecnico biancoceleste, sapevamo che ci avrebbero lasciato il possesso, dovevamo stare più attenti. Patric sull’espulsione ha commesso un’ingenuità. Il rigore? Si poteva non dare, ma avremmo perso ugualmente. Felipe sta lavorando bene in settimana, oggi ha avuto la sua occasione. Abbiamo fatto un primo tempo importante, dovevamo avere più personalità. Vogliamo continuare a fare bene, sapevamo che contro questa Juve serviva qualcosa di straordinario. Dobbiamo ripartire, mancano 4 partite. Vogliamo crescere, a Genoa non sarà semplice».

 

Il tecnico Simone Inzaghi interviene poi sulle frequenze di Lazio Style Channel:

 

Ci sta perdere contro la Juventus, ma è mancata la personalità?
«Si, abbiamo fatto un buon primo tempo. Serviva anche più attenzione sui calci da fermo».

 

Cosa è successo a Parolo?
«Mi ha detto che c’era un fallo in area di Lichsteiner sullo 0-0. C’è tanto rammarico perchè abbiamo sbagliato troppo in fase di disimpegno. Nostre disattenzioni e di Mazzoleni hanno chiuso prima la partita».

 

Differenza di gioco fra Djordjevic e Klose?
«Filip si è impegnato nei primi 50 minuti. Poi è finita la partita, con Klose non sarebbe cambiato nulla con disattenzioni simili».

 

Rigore di Bonucci?
«L’arbitro poteva non fischiarlo, ci sono tante trattenute di quel genere in area durante una partita. L’espulsione di Patric è sacrosanta, ma Mazzeloni ha deciso di far terminare la gara fra il 51′ e il 53’».

 

Il mister biancoceleste ha anilizzato questa sconfitta anche nella consueta conferenza stampa post partita: «Mi è piaciuta la squadra a livello di personalità. Dovevamo essere più cattivi, sono dei marziani in Italia e lo continueranno ad essere. Abbiamo concesso due gol stupidi. Il rigore Mazzoleni poteva non darlo, ma ormai la partita era segnata. Il cambio di Parolo? Scelta tecnica, anche se il giocatore ha detto di aver ricevuto una botta in area. Non so se lo recupereremo per la prossima gara». Su Dybala: «E’ un grandissimo giocatore, anche se oggi gli abbiamo un po’ facilitato la vita con il rigore e il terzo gol che abbiamo concesso». Successivamente su Felipe Anderson: «Sta lavorando bene in settimana, oggi ha avuto la sua occasione. Abbiamo fatto un primo tempo importante, dovevamo avere più cattiveria». Inzaghi infine ha commentato anche il rigore concesso alla Juventus: “Il rigore non c’era, ma probabilmente avremmo comunque perso”.