Lazio, Inzaghi: «Questo punto rallenta la nostra corsa, ma non molliamo!»

formello inzaghi lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, al termine della gara tra Lazio e Sassuolo

La Lazio riacciuffa il match contro il Sassuolo all’ultimo respiro riuscendo a portare a casa un punto dopo aver subito la rimonta dei nero verdi. Al termine del match il mister biancoceleste, Simone Inzaghi, ha analizzato il match ai microfoni di Sky Sport: «La prestazione i ragazzi l’hanno fatta ampiamente. Sono stati bravi, non abbiamo concesso nulla al Sassuolo. Nel primo tempo Strakosha è stato praticamente inoperoso, poi abbiamo preso due gol che dovremo rivedere. Insomma, non c’è stata partita, perché siamo stati bravi e abbiamo affaticato il Sassuolo. C’è rammarico per il pareggio, ma bisogna andare avanti con fiducia perché vincendo il recupero potremmo essere quarti»

Poi continua: «Una squadra come la nostra, però, non può prendere due gol simili dopo che, ad esempio, ha tirato undici calci d’angolo. Dobbiamo essere più attenti. Spiace perché c’era un grande stadio a tifarci e siamo stati  puniti per due distrazioni. Per il resto, non ho nulla da dire ai ragazzi, perché può succedere di trovare anche un portiere che fa grandi interventi. Quella di sabato sarà una partita importantissima, stiamo tutti lì, è una lotta accesa. Dopo la bella vittoria contro l’Inter ora dopo le gare con Spal e Sassuolo abbiamo raccolto solo un punto e questo rallenta la nostra corsa. Non molliamo, ce la giocheremo fino alla fine. Immobile? Ha fatto un’ottima partita: ha trasformato il rigore Questo punto i rallenta ma non molliamo ce la giocheremo fino alla fine. Immobile ha fatto un’ottima partita ha trasformato il rigore, nel gol di Lulic ha dato il via all’azione, è stato determinante: ha sbagliato una rete ma l’ho sempre visto in partita».

Le parole di mister Inzaghi a Lazio Style Channel

«Sono soddisfatto della reazione, mancavano 6 minuti dopo il gol di Berardi e non abbiamo mollato. C’è rammarico per il risultato, strameritavamo di vincere, penso solo ai 18 tiri contro 3 e agli 11 calci d’angolo a 1. Siamo stati bravi a crederci evitando la beffa, anche se un punto cambia poco, ma è così. La partita è stata fatta, ma dobbiamo analizzare i due gol presi. Abbiamo commesso leggerezze da evitare per non concedere determinate occasioni. La Lazio ha fatto una grande gara, a Ferrara potevamo fare meglio, oggi abbiam fatto la partita, spiace per questo risultato davanti ai nostri tifosi».

L’allenatore biancoceleste ha poi proseguito: «Alla fine del primo tempo cosa potevi dire ai ragazzi? Abbiamo fatto molto bene e loro avranno passato la nostra metà campo una volta, poi nel secondo abbiamo avuto anche occasioni importanti con Ciro e Milinkovic. Ora non si molla, con la vittoria nel recupero saremmo quarti. In una settimana avremo tre partite con Milan, Udinese e Chievo da affrontare nel migliore dei modi. Milan? Sarà una partita importante come lo era oggi e poi lo sarà anche con l’Udinese. A Milano è uno scontro diretto, ci vorrà grande attenzione per fare una grande gara. Sono i nostri avversari anche in Coppa Italia. Le partite a volte nascono male, oggi è una di quelle, dovevamo vincerla per come l’avevamo interpretata».

Le parole del tecnico in conferenza stampa

Perchè Milinkovic?
Ho cambiato qualche giocatore, ma non si è vista la mancanza. Ho visto una squadra che avrebbe meritato di più, rispetto a quanto fatto: parlano i numeri. E’ un momento così ma non dobbiamo mollare, siamo stati in partita, ma dobbiamo anche guardare ai due gol presi perchè una squadra come la nostra non può. Ma come allenatore sono soddisfatto.

Lulic potrà riposare?
Lulic non molla, è un combattente, il gol lo ha premiato. Durmisi mi sta soddisfacendo, ho pensato anche a lui, poi ho fatto altri cambi. Lulic è anche diffidato, sicuramente riposerà.

Sei soddisfatto della prestazione, ma la manovra sembrava poco fluida. Non pensi? E nel finale cosa è successo?
Non ho visto e non ho chiesto, ma i ragazzi mi hanno detto di aver sentito che era stato visionato. Dei ragazzi son contento, il Sassuolo è temibile e non ha fatto nulla, siamo stati bravi ma non possiamo concedere due gol simili.

Che succede alla Lazio? Credi alla Champions?
Sicuramente, col recupero potremmo essere quarti, valuteremo i due gol presi perchè c’è stata leggerezza, ma ci sta la prestazione. La squadra è riuscita a pareggiare e per poco a non ribaltarla.

La Lazio sembra affetta dalla sindrome di Crotone…
Fare un punto tra Ferrara e Sassuolo è poco, dobbiamo fare di più, ma per il risultato sono molto ramamricato: ci sono partite stregate.

Mancano i risultati contro le piccole adesso, ci si aspettavano sei punti in due gare…
Purtroppo è poco, dovremo analizzare quanto successo, a Ferrara si popteva muovere qualche critica ma oggi avremmo meritato molto di più. Dovremo però affrontare il Milan ed altre due gare in casa, la settimana prossima capiremo dove siamo, le prossime tre saranno decisive.