Lazio-Sassuolo 2-2, pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio-Sassuolo, Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Lazio-Sassuolo 2-2 Allo Stadio Olimpico di Roma, i biancocelesti di Simone Inzaghi pareggiano per 2-2 con la squadra di Roberto De Zerbi nella gara valida per il 31° turno di Serie A. Dopo un primo tempo dominato ma poco concreto, la Lazio trova il vantaggio con Immobile su calcio di rigore all’inizio del secondo tempo (53′). Il Sassuolo c’è e quattro minuti dopo trova il pareggio con Rogerio (57′) dopo un errore collettivo della difesa biancoceleste. Biancocelesti all’arrembaggio, ma sono gli ospiti a trovare la rete all’89’ col subentrato Berardi al termine di una pregevole ripartenza. Al quinto minuto di recupero la Lazio trova il pareggio con Lulic, ben servito da Immobile sotto porta. La squadra di Inzaghi può guardare con rammarico al pomeriggio dell’Olimpico; nonostante sprazzi di bel gioco e una partita sostanzialmente dominata i biancocelesti portano a casa solo un punto che frena la rincorsa dei biancocelesti al quarto posto. Lazio adesso settima in classifica a 49 punti e con la gara contro l’Udinese da recuperare il 17 aprile. Prima, però appuntamento a sabato prossimo: a San Siro i biancocelesti sfideranno il Milan in uno scontro diretto per l’Europa che conta.

Lazio-Sassuolo 2-2: pagelle e tabellino

MARCATORI: 53′ rig. Immobile, 57′ Rogerio, 89′ Berardi, 95′ Lulic

LAZIO (3-5-2): Strakosha 6; Patric 5,5, Acerbi 5,5, Radu 5,5; Marusic 6, Parolo 6 (69′ Milinkovic 6), Badelj 5,5 (80′ Leiva s.v.), Luis Alberto 6, Lulic 6,5; Caicedo 6 (63′ Correa 6,5), Immobile 6,5. A disposizione: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Wallace, Bastos, Romulo, Leiva, Milinkovic, Cataldi, Durmisi, Correa, Neto. Allenatore: Simone Inzaghi.

SASSUOLO (3-5-2): Consigli 6,5; Demiral 6, Magnani 5,5, Peluso 5,5; Lirola 6, Locatelli 5,5 (66′ Magnanelli 6), Sensi 6, Duncan 6 (83′ Bourabia s.v.), Rogerio 6; Boga 6,5, Matri 5 (73′ Berardi 6,5). A disposizione: Pegolo, Lemos, Babacar, Ferrari, Sernicola, Magnanelli, Bourabia, Djuricic, Odgaard, Di Francesco, Berardi, Brignola. Allenatore: Roberto De Zerbi.

ARBITRO: Rosario Abisso (sez. Palermo)

NOTE: Ammoniti Parolo, Locatelli, Badelj. Possesso palla: 61%-39%. Tiro totali: 18-3. Tiri in porta: 7-2. Calci d’angolo: 11-1.

Lazio-Sassuolo: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Al 3′ l’arbitro Abisso decreta un calcio di rigore che viene trasformato cinque minuti dopo (controllo Var) da Immobile. Passano quattro minuti e il Sassuolo pareggia: errore difensivo della Lazio e palla che viene messa in rete da Rogerio dopo uno spunto personale di Boga. Al 20′ Consigli è bravo su un tiro ravvicinato di Immobile; l’attaccante biancoceleste, dodici minuti dopo, fallisce da pochi passi l’occasione per il 2-1. Al 37′, poi, Consigli è prodigioso su un colpo di testa ravvicinato di Milinkovic. Al 44′ il subentrato Berardi porta in vantaggio il Sassuolo a coronamento di una bella ripartenza combinata con Sensi. Al quinto minuto di recupero la Lazio trova la rete del pareggio: Lulic, ben servito da Immobile, non fallisce sotto porta.

45’+7′ Triplice fischio all’Olimpico, Lazio e Sassuolo pareggiano col risultato di 2-2.

45’+5′ IL PAREGGIO DELLA LAZIO! AFFONDO DI IMMOBILE E CROSS AL CENTRO CHE TROVA LA DEVIAZIONE A RETE DI LULIC. 2-2

Decretati 6 minuti di recupero

44′ IL SASSUOLO E’ IN VANTAGGIO. RIPARTENZA VELOCE DEI NEROVERDI, BELLA COMBINAZIONE TRA SENSI E BERARDI CHE BATTE STRAKOSHA CON UN PRECISO RASOTERRA. 1-2

38′ Ultimo cambio anche nel Sassuolo: esce Duncan, entra Bourabia

37′ Lazio vicina al vantaggio: cross di Radu dalla sinistra e colpo di testa ravvicinato di Milinkovic, Consigli è prodigioso nella respinta

35′ Ultimo cambio di Inzaghi: esce Badelj ed entra Leiva

33′ Ammonito Badelj, falloso su una progressione di Boga

32′ Grande occasione per la Lazio: Luis Alberto imbecca Immobile in area che, da pochi passi, manda a lato

28′ Secondo cambio anche nel Sassuolo: esce Matri ed entra Berardi

25′ Punizione calciata da Correa dai 20 metri: destro a giro e palla alta

24′ Nella Lazio, esce Parolo ed entra Milinkovic

21′ Primo cambio nel Sassuolo: esce Locatelli, entra Magnanelli

20′ Passaggio filtrante di Correa per Immobile che conclude a pochi metri da Consigli: il portiere respinge coi pugni

19′ Correa va al tiro dal limite: Consigli blocca la sfera

18′ Primo cambio nella Lazio: esce Caicedo, entra Correa

12′ IL PAREGGIO DEL SASSUOLO. SU SPUNTO DI BOGA, CONCLUSIONE DI LIROLA E DEVIAZIONE DECISIVA DI ROGERIO SOTTO PORTA. 1-1

8′ IMMOBILE TRASFORMA IL TIRO DAGLI UNDICI METRI: CONCLUSIONE DI INTERNO DESTRO, PALLA DA UNA PARTE, PORTIERE DALL’ALTRA. 1-0

7′ Ammonito Locatelli per proteste

7′ Decisione confermata: la Lazio usufruirà di un calcio di rigore

4′ L’arbitro, dopo il silent-check, va a rivedere l’episodio al Var

3′ Calcio di rigore per la Lazio. Su cross di Patric, l’arbitro Abisso ravvisa il tocco col braccio di Locatelli e indica il dischetto

1′ Inizia il secondo tempo di Lazio-Sassuolo: squadre in campo con le formazioni iniziali


SINTESI PRIMO TEMPO – Lazio alla ricerca dell’affondo decisivo contro un Sassuolo molto chiuso. Da segnalare le occasioni per Acerbi al 4′ (colpo di testa respinto da Consigli), Immobile al 35′ (carambola di poco alta) e Luis Alberto al 41′ (rasoterra a fil di palo).

45′ Finisce il primo tempo: Lazio e Sassuolo sono ferme sullo 0-0.

45′ Sassuolo in avanti: passaggio filtrante di Boga per Locatelli che, in area, manca di poco l’aggancio col pallone

41′ Lazio ancora vicina alla segnatura: Luis Alberto conclude da buona posizione, pallone che sfiora il palo

35′ Lazio vicina al vantaggio. Rinvio corto di Peluso e pallone che carambola su Immobile finendo poco sopra la traversa

34′ Azione insistita della Lazio: Lulic crossa dalla sinistra, Parolo colpisce di testa mandando alto

31′ Ammonito Parolo, falloso su Peluso

28′ Azione corale della Lazio e appoggio di Luis Alberto per Badelj che conclude ampiamente fuori

26′ Ancora Parolo al tiro dal limite: pallone che non inquadra lo specchio della porta

21′ Lazio in avanti: conclusione di Parolo dai 15 metri e pallone respinto col corpo da Magnani

19′ Caicedo va al tiro rasoterra da fuori area: palla debole e centrale, Consigli para

16′ Partita che stenta a decollare: Lazio alla ricerca della profondità e Sassuolo poco propositivo fin qui

7′ Patric conclude dai 20 metri, palla alta

4′ Su calcio di punizione di Luis Alberto, colpo di testa di Acerbi e bella respinta di Consigli

1′ Dopo un minutio di silenzio in ricordo delle vittime del terremoto di L’Aquila di dieci anni fa, la partita inizia col calcio d’avvio della Lazio

Squadre in campo all’Olimpico, tra poco il calcio d’avvio di Lazio-Sassuolo!

Lazio-Sassuolo: le formazioni ufficiali, giocano Badelj e Caicedo

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Badelj, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile.

SASSUOLO (3-5-2): Consigli; Demiral, Magnani, Peluso; Lirola, Locatelli, Sensi, Duncan, Rogerio; Boga, Matri.

Lazio-Sassuolo: i convocati

LAZIO – Portieri: Guerrieri, Proto, Strakosha

Difensori: Acerbi, Bastos, Durmisi, Luiz Felipe, Marusic, Patric, Radu, Romulo, Wallace

Centrocampisti: Badelj, Cataldi, Jordao, Leiva, Luis Alberto, Lulic, Milinkovic, Parolo

Attaccanti: Caicedo, Correa, Immobile, Neto


SASSUOLO – 
Portieri:
Consigli, Pegolo, Satalino

Difensori: Demiral, Ferrari, Lemos, Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio, Sernicola

Centrocampisti: Bourabia, Djuricic, Duncan, Locatelli, Magnanelli, Sensi

Attaccanti: Babacar, Berardi, Boga, Brignola, Di Francesco, Matri, Odgaard

Lazio-Sassuolo: le probabili formazioni

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Romulo, Milinkovic, Leiva, Parolo, Lulic; Correa, Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Patric, Wallace, Bastos, Durmisi, Marusic, Badelj, Luis Alberto, Cataldi, Caicedo, Neto. All.: Inzaghi

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Demiral, Ferrari, Rogerio; Locatelli, Sensi, Duncan; Berardi, Babacar, Djuricic. A disp.: Pegolo, Lemos, Peluso, Magnani, Sernicola, Magnanelli, Bourabia, Boga, Scamacca, Di Francesco, Odgaard, Matri, Brignola. All.: De Zerbi

Lazio-Sassuolo: le conferenze degli allenatori

INZAGHI – Domani servono solo tre punti…
Domani sarà importante per la classifica, torniamo davanti ai nostri tifosi dopo due trasferte. Dovremo fare molta attenzione perchè affronteremo una squadra frizzante, giovane, che può creare molte insidie.

Due trasferte, una grande vittoria ed una sconfitta. Perchè?

Venivamo da un’ottima partita a San Siro, con i ragazzi abbiamo preparato bene la gara contro la Spal. Dovevamo essere più cinici nelle occasioni che abbiamo avuto, la Spal ha giocato come ci aspettavamo. Nel post match di Ferrara l’ho detto, ci hanno aspettato, dovevamo essere spietati. La partita era incanalata sul pareggio, poi il Var ci ha penalizzato.

Le critiche ad Immobile?

Io sono molto sodisfatto di Immobile così come di Correa e Caicedo. Ci stanno dando una grande mano per farci subire meno gol. Si impegna come sempre, è fondamentale, domani giocherà, devo solo decidere chisarà al suo fianco perchè Correa sta bene ha recuperato, ma anche Caicedo. Immobile è un valore aggiunto a questa squadra, ha la mia massima fiducia.

Turnover a centorcampo?

Per la formazione mi manca un allenamento. I ragazzi mi sono piaciuti, poi sceglierò domani dopo il risveglio muscolare. Sono tutti convocati, tranne Berisha e Lukaku. Berisha a rientro da Ferrara ha avuto un indolenzimento ed abbiamo deciso di lasciarlo a riposo e non convocarlo.

Da Correa e Caicedo chiede più reti?

L’ho detto, sono molto molto soddisfatto. Sta crescendo anche Pedro Neto, però chiedo maggior sacrificio ai miei attaccanti e loro mi stanno ripagando in pieno.

Ci saranno scelte che andranno verso i diffidati dato il Milan?

Dovrò valutare, ma non guarderò ai diffidati, poi penserò al Milan. Adesso testa solo al Sassuolo, nessun calcolo ai diffidati.

La determinazione che manca alla Lazio è un problema tuo che non sai trasmetterla o manca un leader per il salto di qualità?

Il calendario ci ha messo due trasferte vicine, dopo San Siro magari in casa sarebbe andata diversamente. Il pubblico ci sta dando una grossa mano. Avremmo meritato almeno di non perdere, abbiamo avuto tanto possesso palla, poi c’è stata la chiamata del Var, così come c’era stato il gol di Criscito dopo il pareggio su carambola. Sono state due sconfitte casuali.

Hai rivisto l’episodio del VAR?

Noi facciamo scuola per la VAR, il nostro direttore è stato anche multato. Mancano 8 partite e vogliamo giocarcela fino in fondo, ma vogliamo che sia il campo a parlare, non voglio parlare del VAR ma abbiamo avuto due casi unici: lo scorso anno abbiamo avuto un’espulsione quando avevamo un rigore a favore e domenica, dove un punto avrebbe cambiato la classifica. La mia dirigenza ha detto qualcosa, ha pagato, è stata multata, voglio far parlare il campo. Lo scorso anno per 0,5 punti non siamo entrati in Champions. Vogliamo giocarci alla grande queste partite, senza problemi esterni.

Il sostegno dei tifosi è importante adesso…

Sicuramente. Infatti c’è rammarico perchè dopo la sosta abbiamo avuto due trasferte ravvicinate, Ci sarebbe piaciuto giocare in casa. Sono sicuro che domani non ci faranno mancare il supporto, domani i nostri tifosi verranno allo stadio ad incitarci, anche mercoledì erano in tanti nonostante fosse mercoledì.

Concorrenza Champions?

Dobbiamo far concorrenza solo con noi stessi, abbiamo fatto grandi cose come vincere il derby e a Milano, avremmo meritato di più anche contro la Juve e in Coppa Italia. Mercoledì sarebbe dovuita finire con un risultato diverso ma adesso pensiamo solo a domani.

DE ZERBI – «Dobbiamo recuperare, a differenza della Lazio non siamo abituati giocare ogni tre giorni. Dobbiamo stare attenti alla formazione, sicuramente non ci sarà un turnover massiccio, ma non vogliamo sbagliare, perché non possiamo permetterci di perdere giocatori. Chi ha giocato 180′ forse non giocherà o forse sì, comunque cercheremo di mettere in campo la squadra migliore per fare punti. Sappiamo che la Lazio è una squadra forte, ma vogliamo fare punti anche a Roma». «La Lazio è una squadra fisica, noi dovremo cercare di offendere e di essere propositivi, mantenendo attenzione in fase difensiva. Voglio una prestazione attenta, dobbiamo prenderci quello che abbiamo perso in passato. Quando torniamo dalle trasferte ultimamente c’è sempre un po’ di delusione, è successo nel viaggio di ritorno da Milano e Bologna, ad esempio. Vorrei tornare con felicità domenica notte, perché se dovessimo perdere e quelle dietro vincere, torneremmo alla situazione prima del Chievo. Immobile può tirare fuori il gol dal nulla, è uno dei pochi italiani che può farlo, e inoltre ha forza e velocità».

Lazio-Sassuolo: l’arbitro del match

La 31ª giornata di Serie A TIM Lazio-Sassuolo, in programma domenica 7 aprile alle ore 18:00 allo Stadio Olimpico di Roma, sarà diretta dal signor Rosario Abisso (sez. di Palermo). Assistenti: Preti–Mondin IV Uomo: Sacchi V.A.R.: Manganiello A.V.A.R.: Longo. Il direttore di gara siciliano ha arbitrato i biancocelesti in quattro sole circostanze: il primo precedente risale al 20 agosto 2017, giorno in cui la compagine allenata da mister Simone Inzaghi pareggiò allo Stadio Olimpico di Roma contro la SPAL in occasione della prima giornata della scorsa edizione del campionato italiano di massima serie. Il secondo incrocio con il fischietto di Palermo, invece, è datato 21 gennaio 2018: la Lazio affrontò e sconfisse per 5-1 il ChievoVerona tra le mura di casa. Nel corso dell’edizione corrente di Serie A TIM, il fischietto siciliano ha arbitrato il match vinto per 4-1 all’Olimpico con il Genoa. Abisso, infine, ha arbitrato lnter-Lazio lo scorso 31 gennaio nello scontro valido per i quarti di finale di Coppa Italia.

Lazio-Sassuolo streaming: dove vederla in TV

Dopo la battuta d’arresto al Paolo Mazza contro la Spal, la Lazio è chiamata alla vittoria nella gara con il Sassuolo, in programma domenica alle 18. La sfida sarà fondamentale per l’armata di Inzaghi e per le speranze di restare agganciati al treno per la Champions League. Attualmente, le aquile sono a 48 punti insieme a Roma e Torino, mentre l’Atalanta – vincendo col Bologna – è volata a 51. Da ricordare, tuttavia, che i capitolini hanno ancora una gara da recuperare, quella contro l’Udinese. Per vedere in TV Lazio-Sassuolo basterà collegarsi su Sky al canale Sky Sport 252. In alternativa, è possibile seguire la sfida in streaming attraverso Sky Go, servizio riservato agli abbonati Sky, oppure su NOW TV, la web tv in abbonamento.