Inzaghi: «La nostra classifica è bugiarda. La mia Lazio come quella di Cragnotti? Vi dico che…»

Inzaghi
© foto S. S. Lazio

Lazio-Bologna, mister Inzaghi presenta la gara rispondendo alle domande dei cronisti presenti, durante la conferenza stampa della vigilia

Dopo l’incoraggiante prestazione nella gelida trasferta di Kiev, la Lazio torna davanti al pubblico di casa per riprendere la corsa alla Champions League: domani la sfida contro il bologna, per la 29^ giornata di Serie A. Mister Inzaghi, durante la conferenza stampa, presenta la gara così:

Quanto è servita la vittoria di Kiev?
Tanto, perchè i quarti erano un obiettivo che volevamo tanto. Siamo andati per fare una grandissima partita di grandissima personalità: la Dinamo non aveva mai perso in casa,

Come vive la squadra il Var?
Gli eposodi sono sotto gli occhi di tutti, ma non dobbiamo guardare ciò che è successo ma al futuro, al Bologna. una squadra buona, con un allenatore molto esperto e che farà di tutto per metterci in difficoltà. La nostra classifica è bugiarda, ci mancano dei punti e siamo stati rallentanti, ma sarà uno stimolo per essere più bravi migliorarla: tutto dipende da noi.

Nani presto in campo?
Quando magari Immobile, Felipe, Luis Alberto saranno un po’ stanchi, giocherà di più. Sta andando bene, come Caicedo, di volta in volta farò le mie scelte.

Che differenza c’è con la Lazio di Cragnotti?
Sono due bellissime Lazio, questa si sta superando ma vogliamo migliorarci: abbiamo tre mesi, i ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario fino ad ora. Le altre squadre sono state costruite diversamente da noi, siamo ai quarti in Europa. Onore a questi ragazzi che si superano, si mettono a diposzione del gruppo per ottenre risultati.

Milinkovic come sta? Lulic?
Lulic ha avuto un problema fisico e domani sarà out, Milinkovic vedremo domani quando faremo il risveglio muscolare e vedremo se convocarlo oppure no coi medici, il ragazzo e lo staff.

Lucas Leiva è un leader, è un giocatore che potrebbe stare bene con la Lazio in cui hai giocato? E’ uno dei più forti centrocampisti?
Penso di sì. Ha avuto un ambientamento lampo, le sue qualità erano fuori discussione ma dopo dieci anni di Premier non era facile giocare in Italia. E’ stato bravissimo: è intelligente, vuol capire tutto, chiede spiegazioni, è molto molto importante. E’ stato un grandissimo acquisto.

Sulla coppia Luis Alberto-Felipe Anderson
Sono giocatori che hanno fatto benissimo, Felipe e immobile non hanno segnato ma hanno fatto una grandissima partita. Ho fatto i miei complimenti perchè erano i primi ad aiutare e l’essere squadra parte dagli attaccanti. Luis Alberto fa tutto alla perfezione, ha tantissima qualità.

Il sit in della Lazio di domani, come lo vivi?
Ho sentito, mi hanno riferito e penso che sarà una manifestazione pacifica ed educata. In stile Lazio.

E sul sorteggio col Salisburgo…
Al Salisburgo ci penseremo a tempo debito, la testa è solo al Bologna. Io però ci andrei piano, perchè il Salisburgo non perde da 33 partite, in casa non perde dal Novembre 2016. Ci andrei cauto anche se adesso non ci voglio pensare.

 

Articolo precedente
formelloFormello – Out Milinkovic, Felipe Anderson e Luis Alberto ancora insieme
Prossimo articolo
Donadoni rischia di saltare la trasferta con la Lazio: le ultime