Inzaghi a lezione da Simeone: Eriksson e Mancini i suoi maestri

© foto www.imagephotoagency.it

Inaspettatamente a Norcia inizia la carriera tra i professionisti da allenatore di Simone Inzaghi. In questi primi giorni, l’ex attaccante biancoceleste ha già fatto capire ai calciatori la sua idea di calcio. L’ha affinata in questi anni con le giovanili della Lazio, la rinnova continuamente perché il calcio, è sempre in evoluzione. Non è un caso che i migliori tecnici si aggiornino in continuazione con viaggi all’estero. Simone Inzaghi, come riportato nell’edizione odierna del Corriere dello Sport, si ispira molto al gioco di Simeone. E’ per questo che a novembre è volato a Madrid per seguire in prima persona gli allenamenti dell’ex compagno di squadra. Cogliere i particolari dei colleghi migliori e tenersi sempre informato sui metodi di lavoro è fondamentale per un allenatore che sogna in grande il suo futuro. Inzaghino però ha anche altri modelli: da Beppe Materazzi, che lo ha lanciato ai tempi del Perugia, a Eriksson, con il quale ha vinto uno Scudetto da giocatore, a Roberto Mancini, da cui trae il concetto di attaccare sempre e “trattare bene il pallone”.