Gabriele Pin: “La gara di domani è fondamentale anche per dare autostima al gruppo”

© foto www.imagephotoagency.it

E’ stato raggiunto dai microfoni de “I Laziali Sono Qua”, trasmissione radiofonica in onda dalle 10 alle 13 dal lunedì al sabato sugli 88.100 FM di Elleradio, l’ex centrocampista Gabriele Pin che ha indossato la maglia biancoceleste per ben sei stagioni.

 

 Sul match di domani sera

 

“Si tratta di una partita importante che potrebbe consentire alla Lazio di continuare a vivere il sogno dell’Europa League. Considerando le squadre che sono rimaste in lizza, di grande livello, anche per l’autostima del gruppo sarebbe importantissimo passare il turno”.

 

Sulle componenti di cui avrà bisogno la Lazio per andare avanti in Europa

 

“Per arrivare in fondo a queste competizioni bisogna trovare un giusto equilibrio tra società, squadre e tifosi. Lo stadio deve essere all’altezza di una Coppa Europea, ci deve essere grande entusiasmo perché senza questo non si va da nessuna parte, e l’entusiasmo va trasmesso da tutte le componenti del club. Dal punto di vista tecnico ovviamente ogni partita va affrontata al massimo, visto che in Europa si affrontano avversari che non si conoscono alla perfezione. La Lazio però ha i mezzi per andare molto avanti in Europa League”.

 

Sulle cause della stagione sottotono della Lazio

 

“Secondo me il ko nel preliminare di Champions ha avuto un effetto psicologico devastante sul gruppo. La preparazione è stata molto condizionata anche dalla partita di Supercoppa a Shanghai, lo si è visto anche dai guai ai quali è andata incontro inizialmente la Juventus. Ritrovarsi a rincorrere giocando su tre fronti non è mai facile. Ci sono delle situazioni che vanno gestite in costante emergenza. Sicuramente la presenza di tanti giovani può garantire freschezza, ma anche rappresentare un handicap sul piano dell’esperienza”.

 

Sul chi schierare in attacco nelle prossime sfide

 

“Credo che un Klose ritrovato, che sembra stia vivendo un momento finalmente positivo dal punto di vista fisico, rappresenti una carta in più alla quale non si debba rinunciare. Il tedesco in forma crea sempre soggezione nelle difese avversarie. L’importante però è il supporto della squadra al gioco offensivo. La Lazio l’anno scorso creava sistematicamente superiorità numerica in attacco, dimostrando voglia e determinazione in tutte le azioni”.

 

Sul match di stasera tra Bayern Monaco e Juventus

 

“Il compito bianconero mi sembra davvero arduo, anche perché il Bayern a Torino ha giocato in totale emergenza difensiva. Con i recuperi previsti stasera nella formazione titolare ed il sostegno dell’Allianz Arena, alla squadra di Allegri servirà una partita assolutamente straordinaria per raggiungere i quarti di finale di Champions League”.