FOCUS – Europa League: alla scoperta dello Zulte Waregem, tra calcio e tradizione

zulte waregem-lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Tutte le curiosità sullo Zulte Waregem, una delle prossime sfidanti della Lazio, tra stadio, storia e tradizioni

Sarà lo Zulte Waregem a dover affrontare nel girone K, la Lazio, oltre a Nizza e Vitesse. Fondato nel 1950 nella città di Waregem, poco meno di 40 mila abitanti, gioca allo Stadio Regenboogstadion, che può contenere circa 8500 posti. I colori del club sono il bianco ed il rosso, legati a quelli del comune situato nella regione delle Fiandre. La società può  vantare alcuni trofei prestigiosi, tra i quali 2 coppe del Belgio e due campionati di divisioni secondarie. Negli ultimi anni il club belga si è affacciato all’Europa League, nonostante i risultati non siano eclatanti. L’ultima apparizione in questa competizione risale alla stagione 2014/2015, nella quale non ha superato la fase eliminatoria, uscendo al Terzo turno contro lo Shakhtyor Salihorsk, mentre nella stagione 2013/2014, avevan raggiunto i gironi, classificandosi come terza. Il club, si è posizionato nella passata stagione del campionato belga come sesta, alzando la seconda coppa del Belgio. La città si rende particolare, per le prestigiose corse di cavalli e per la società che da anni ambisce ad importanti trofei e ad uno sviluppo continuo. Il tecnico attuale, Francky Dury, schiera nella formazione ideale,  molti giovani che possano permettere alla crescita funzionale del suo modulo per eccellenza, il 4-3-3, tra i quali prevede lo schieramento del portiere italiano Nicola Leali, leader della rosa.

FORMAZIONE (4-3-3): Leali, de Fauw, Heylen, Baudry, Hamalainen, Doumbia, de Sart, Coopman, de Pauw, Olayinka, Kaya