Berisha: «Alla Lazio non era mai il mio momento…»

© foto www.imagephotoagency.it

Questa mattina presso il Centro Sportivo di Zingonia l’Atalanta ha presentato Etrit Berisha, portiere albanese acquistato in prestito con diritto di riscatto dalla Lazio nel corso del mercato estivo.

 

“Abbiamo pensato a Berisha – ha spiegato il ds orobico Sartori – perché, nella nostra storia recente, ci sono sempre stati tre portieri di grande livello e la concorrenza stimolerà Sportiello”.

 

“Prima di venire – ha esordito Berisha – ho parlato con due miei amici, Djimsiti e Konko che conoscono già l’ambiente, e mi hanno parlato bene sia della società che della città. E per me è stato importante perché eravamo a fine mercato e non c’erano molti giorni. Qui ho subito sentito fiducia ed era quello che cercavo e di cui avevo bisogno. Poi sarà il campo come sempre a decidere tutto. Ma l’Atalanta per me è un’opportunità per dimostrare il mio valore”.

 

All’Atalanta ci sono due buoni portieri come Sportiello e Bassi ma la concorrenza non spaventa l’albanese: “Fin da piccolo sono stato abituato alla concorrenza ed è una situazione che mi piace. Anche alla Lazio ero in concorrenza con Marchetti… Ho sempre giocato con altri bravi portieri e per me è solo uno stimolo. Poi sarà l’allenatore a fare le sue scelte e se mi verrà data l’opportunità di giocare, da parte mia metterò una gran voglia di dimostrare il mio valore”.

 

Rispetto alla sua partenza dalla Lazio Berisha è stato chiaro: “Alla Lazio aspettavo sempre il mio momento, ma non ho mai potuto giocare con continuità. Differenze tra Bergamo e Roma? Nella Capitale c’è più pressione… Qua non conosco ancora nulla, ma la squadra e la società mi stanno facendo sentire come a casa mia.