Attentato a Berlino, terrorista ucciso a Milano stanotte: un agente ferito durante la sparatoria

© foto www.imagephotoagency.it

Si chiamava Amis Amri, il killer di Berlino, l’uomo rimasto ucciso questa notte a Sesto San Giovanni durante un conflitto a fuoco con gli agenti di polizia. Durante un normale controllo stradale in piazza I Maggio nel comune milanese, intorno alle 3, l’attentatore aveva estratto una pistola dallo zaino e iniziato a sparare contro i poliziotti di una volante, ferendone anche uno alla spalla. Il riconoscimento del cadavere è avvenuto grazie ai dati della misura del volto e al successivo rilievo delle impronte digitali. In tasca aveva alcuni biglietti delle ferrovie francesi, che hanno consentito di ricostruire il tragitto compiuto negli ultimi giorni. II fuggitivo aveva raggiunto infatti l’Italia con un treno dalla Francia, prima di spostarsi a Torino e poi Milano. Al momento della richiesta dei documenti ha urlato «Allah Akbar» e aperto il fuoco.

Articolo precedente
Alcuni tifosi laziali multati per uno striscione in onore al ricordo di Gabriele Sandri
Prossimo articolo
calciomercato kapustkaLazio, Tare continua a seguire Cafù