Ancora problemi per Gascoigne: dovrà difendersi dall’accusa di razzismo

© foto www.imagephotoagency.it

Ancora guai per Paul Gascoigne. Questa volta però non c’è l’alcool di mezzo. L’ex attaccante biancoceleste dovrà difendersi dall’accusa di razzismo. L’episodio risale allo scorso novembre, quando Gazza, invitato a parlare delle sue esperienze in una conferenza, avrebbe fatto una battuta su un agente nero della sicurezza (“Se non sorridessi non potrei riuscire a vederti”). Adesso dovrà comparire davanti alla Wolverhampton Magistrates Court il 17 giugno per essere formalmente accusato di abuso razziale aggravato. In realtà quella di Gazza era solo una battuta e i due stavano scherzando tra di loro, ma questa frase è stata ascoltata da qualcuno che non ha gradito.