Zenit, turnover massiccio e vittoria esterna: con la Lazio la gara della vita

© foto © foto www.imagephotoagency.it

Sergey Semak e lo Zenit vincono il casa della penultima con un enorme turnover.

Avrà pensato al Chimki, ma soprattutto alla Champions, il tecnico dello Zenit San Pietroburgo Semak. I russi vincono 2-0 in casa della penultima della classe e lasciano addirittura a casa i pilastri della squadra Azmoun, Dzyuba, Driussi e Malcom, quest’ultimo non al meglio. Portiere e difensori titolari, ma centrocampo rimaneggiato e attacco completamente inedito: Erokhin, Sutormin e Mostovoy, che comunque si sono comportati bene e non hanno fatto rimpiangere i titolari. Alle 14 il match è terminato, il prossimo avversario Champions della Lazio sta per imbarcarsi per San Pietroburgo, e da domani inizierà a preparare la terza decisiva gara del Gruppo F: lo Zenit è ancora fanalino di coda del gruppo e in caso di vittoria farebbe un balzo in avanti notevole nel girone.