Zarate ritrova la Lazio: storia di un amore sbocciato a metà

© foto www.imagephotoagency.it

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi, ritornano… è il caso dell’argentino Mauro Zarate che dopo circa sette mesi , ritorna nuovamente all’Olimpico. L’ultima volta, fu in occasione di un evento particolare: era il giorno del sofferto addio di Klose e l’attaccante originario di Haedo, giocò un’ora di gara, disputando una buona partita ma senza lasciare il segno nella vittoria per 4 a 2 dei viola. Ed ora, il destino, lo riporta nuovamente in quella che per tre anni è stata la sua casa. Centotrè presenze, condite da venticinque bersagli, questa è l’eredità che ha consegnato ai tifosi biancocelesti, lasciando però un segno indelebile soltanto nei cuori di una parte della tifoseria; causa di un rapporto incominciato alla grande e conclusosi con qualche strascico finale, arricchitosi di polemiche e controversie legali. Il funambolo argentino, non sta vivendo attualmente un bel periodo alla Fiorentina. Poco considerato da Paulo Sousa, viene impiegato ormai con il contagocce. Basti pensare che ha disputato i sui primi 90’ minuti, soltanto nell’ultima sfida contro il Genoa. Potrebbe dunque cambiare aria molto presto ma nel frattempo, sta cercando di riconquistarsi la fiducia dell’ambiente, dando il massimo per farsi trovare pronto,quando chiamato in causa. E vuole cominciare a farlo proprio da quell’Olimpico che, ironia della sorte, lo ha consacrato in serie A e fatto conoscere al grande pubblico…