Reina: «Alla Lazio non molliamo mai. Nazionale? Ci penso, in futuro allenerò»

© foto As Roma 24/10/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Bologna / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Jose' Manuel Reina

Pepe Reina è intervenuto ai microfoni del portale spagnolo Cadena SER: le parole del portiere della Lazio

Tra le note maggiormente liete di questo inizio di stagione biancoceleste, Josè “Pepe” Reina non sta facendo rimpiangere Thomas Strakosha, attualmente indisponibile a causa della situazione legata ai tamponi. Il portiere spagnolo ha rilasciato un’intervista ai microfoni del portale spagnolo Cadena SER, dove ha parlato dell’attuale momento e del proprio futuro:

«Da quando sono arrivato alla Lazio, Inzaghi è stato subito molto chiaro. Nel corso della stagione ci sono molte partite e bisogna essere sempre pronti, come sta succedendo adesso. Il pareggio ottenuto contro la Juve non è stato semplice. Le assenze pesano, ma noi non molliamo mai. Il Derby contro la Roma? I tifosi te lo ricordano appena arrivi.

La Nazionale? Ci penso, ma nulla si è concretizzato. In Spagna a 38 anni si è considerati vecchi, non come in Italia. Giusto che il titolare sia De Gea, è preparato e con esperienza. Il mio debutto nel 2000? Sono stati 20 anni meravigliosi, se mi guardo indietro mi sento fortunato. Tutto accade in maniera veloce. Non penso al mio ritiro. Quando dovrò farlo, chiamerò qualcuno che mi aiuti a prepararmi psicologicamente per quel momento.

In Futuro? La mia vita cambierà, mi mancherà giocare, ma farò l’allenatore. Oltre alla mia famiglia, avrò bisogno di uno psicologo dello sport. Mi servirà un po’ di aiuto»