Proto: «Giocare a calcio non era più un piacere. Tornassi indietro…»

proto
© foto www.imagephotoagency.it

A poche settimana dal ritiro, Silvio Proto si concede a un’intervista in cui descrive il rapporto controverso con il calcio giocato

La Lazio è stata l’ultima squadra di Silvio Proto. Una lunga carriera spesa tra Belgio, Italia e Grecia, chiusa definitivamente qualche settimana fa. L’ex portiere biancoceleste si è concesso a un’intervista senza filtri al La Dernière Heure: «Da quando ho 16 anni ho giocato tante partite. All’inizio era bello e divertente, ma poi qualcosa è cambiato. Ho cominciato a subìre il calcio, soprattutto al mio passaggio all’Anderlecht.

La copertura mediatica, la pressione, le critiche mi hanno allontanato dal calcio. Non era quello che amavo di più. Preferivo dedicarmi alla pesca o al golf, mentre sul finire della carriera ero più tranquillo e meno stressato, anche quando tornavo a casa. Non so se farei la stessa scelta di vita».