Primavera – N’Diaye abbatte il Cesena e Lazio con un piede alle Final Eight

primavera
© foto @LazioNews24

La Lazio Primavera riparte dopo la battuta di arresto con il Vicenza e torna alla vittoria allungando a +7 sulla Fiorentina e Sampdoria

Vicenza è alle spalle. Riparte la corsa della Lazio Primavera, che torna al successo dopo la sbandata di sabato scorso, dove in 10 minuti erano stati subiti 2 gol. Bonatti per l’occasione non può sedere in panchina, dopo aver subito l’allontanamento quindi segue la partita dalla tribuna. Il tecnico si affida al 4-3-1-2. In porta Adamonis; in difesa Spizzichino, Miceli, Petro e Ceka; a centrocampo Folorunsho Barì ai lati della sorpresa Mohamed Abukar, acquistato per la prima squadra e all’esordio in Primavera. Davanti a supporto di Rossi e N’Diaye c’è Rezzi. Parte subito forte la Lazio, vicino al gol al 7’ proprio con Rossi, abile a girarsi nello stretto a concludere. Libera bene la difesa del Cesena e salva. Dieci minuti più tardi altra occasionissima con Folorunsho che colpisce il palo. Il vantaggio è solo rimandato perché arriva al minuto 23 con un sinistro potente di N’Diaye che non lascia scampo a Fantini. La partita continua su ritmi altissimi, anche se tuttavia la Lazio non rischia niente, anzi sul finale di tempo potrebbe raddoppiare con Barì che davanti al portiere non riesce a gonfiare la rete. La squadra di Bonatti va dunque al riposo con il vantaggio di 1-0.

FINAL EIGHT VICINE – La seconda frazione inizia sulla falsariga della prima, con le due squadre che provano a fare la partita senza però creare azioni concrete. Al 60’ il Cesena potrebbe pareggiare con una punizione di Kondic che sfrutta anche il vento a favore, ma Adamonis non si fa sorprendere e respinge con i pugni. Bonatti effettua il primo cambio richiamando Folorunsho per inserire Bezziccheri. Proprio quest’ultimo potrebbe raddoppiare a 10 dalla fine, ma Fantini compie un autentico miracolo, dopo aver salvato qualche attimo prima anche su Spizzichino. Nel finale entrano anche Cardoselli e Al Hassan per N’Diaye e Rossi. Proprio i due nuovi entrati collezionano l’ultima occasione del match: Al Hassan si invola sulla destra e mette al centro per Cardoselli che manda incredibilmente alto. Questo errore non incide però sul risultato, la Lazio batte il Cesena 1-0 e allunga a 10 la striscia di risultati utili consecutivi (9 vittorie e un pareggio, quello di sabato col Vicenza). In virtù della vittoria della Fiorentina sul Latina e del pareggio tra Milan e Sampdoria, la squadra di Bonatti vola prima a +7 sulla seconda e la terza, ipotecando così le final eight.