Primavera, il rischio retrocessione si aggrava: di chi è la colpa ?

© foto @Twitter

I biancocelesti stazionano momentaneamente a quota 14 punti, ultimo posto in classifica

Dieci giornate dividono la Primavera della Lazio dal termine del Campionato. Bisogna assolutamente fare di tutto per allontanarsi dalla zona critica, ogni partita dovrà essere interpretata con il 100% delle proprie possibilità. Il neo tecnico Valter Bonacina lo sa bene, avendo ottenuto due sconfitte nelle prime due apparizioni sulla panchina biancoceleste. Sabato ci sarà la trasferta di Bologna ed i capitolini devono assolutamente far ritorno nella capitale con i tre punti. Basti pensare che la vittoria manca dal 2 dicembre, ovvero la trionfale trasferta con il Sassuolo.

BONATTI – E’ un allenatore moderno, carismatico e grintoso, molto ferreo sulla preparazione maniacale delle partite, ha ovviamente commesso anche lui degli sbagli però ha delle scusanti. Come tutti sappiamo con la partenza di Rossi verso Salerno il tecnico non ha più avuto a disposizione una punta di ruolo che finalizzasse la mole di gioco creata, Lukaj e Maloku hanno avuto il transfer solo ultimamente. L’oramai ex tecnico della Primavera biancoceleste si è visto costretto ad adattare diversi giocatori nel ruolo di punta, quali Rezzi, Sarac oppure Javorcic, che sono totalmente fuori posizione in quella zona di campo. Dopo la sconfitta con il Genoa in Liguria il tecnico bresciano è stato esonerato.

ERA BONACINA – Il vincente tecnico bergamasco, che tanto bene ha fatto con la Primavera dell’Atalanta, è arrivato per cercare di dare una svolta a questa deludente stagione. L’inizio però non è stato dei migliori, con la contestazione da parte della Curva Nord per i suoi trascorsi in giallorosso. La prima sfida l’ha persa a Formello contro la Fiorentina e il suo secondo match da allenatore biancoceleste è stata la disfatta di Napoli. Ora a 10 giornate dalla fine si devono assolutamente mettere in cassaforte più punti possibili, in modo tale da allontanarsi dalla “zona rossa” della retrocessione in Primavera 2.