Palombi e il mercato: un gol per allontanare l”arrivederci’

© foto @LazioNews24

Si gioca tanto questa sera Simone Palombi, chiamato a dimostrare di essere all’altezza di una squadra importante come la Lazio

Partita che conta poco quella tra Zulte e Lazio. Anzi no, non per tutti. Ci sarà il ritorno di Felipe Anderson, quello possibile di Wallace e la terza partita da titolare per Simone Palombi. Proprio lui che alla prima di campionato venne schierato da Inzaghi al fianco di Immobile. Ironia della sorte, quella con la Spal è una delle quattro partite che la Lazio non è riuscita a vincere in campionato. Come se non bastasse, poi a rallentare la crescita del classe 1996 c’ha pensato un infortunio al piede che l’ha tenuto out un mese. Il suo più grande estimatore Inzaghi, gli ha concesso già una chance con il Vitesse. In quella circostanza su un ottimo assist di Luis Alberto poteva trovare il primo gol tra i grandi, ma una grande parata del portiere gli ha negato la gioia. Gioia, che potrebbe arrivare questa sera. Gioia che fa rima con permanenza alla Lazio. A Roma. A casa. Nel nido dove Simone è cresciuto e vuole restare. Inzaghi ieri ha lasciato più di qualche dubbio sul futuro del ‘Palo’ (qui le parole), ma questa sera l’attaccante avrà una grande opportunità per scacciare via ogni perplessità. Tra poche ore timbrerà la sua terza presenza stagionale, caso strano, tutte da titolare. Cambierà ancora il partner d’attacco: se nelle prime due il ruolo di spalla era toccato a Immobile e Nani, questa sera sarà la volta di Caicedo. Un viaggio in Belgio per sognare il futuro. Un futuro che non vuole essere molto diverso dal passato.

Articolo precedente
Europa League, otto retrocesse dalla Champions: ecco le possibili avversarie della Lazio
Prossimo articolo
euro olimpicoEuro 2020, partita inaugurale allo stadio Olimpico: i dettagli