Le PAGELLE di Sassuolo-Lazio: Milinkovic e Anderson intesa perfetta, follia Marusic

live calciomercato lazio felipe anderson
© foto www.imagephotoagency.it

le pagelle di Sassuolo-Lazio a cura della redazione di LazioNews24: analisi della prestazione dei calciatori biancocelesti nella gara valida per la 26^ giornata di Serie A

E anche il Sassuolo è pratica archiviata. La compagine di Simone Inzaghi vince in trasferta dopo oltre quaranta giorni, torna in classifica momentenamente (in attesa della Roma) al terzo posto. Protagonisti del confronto del Mapei Stadium sono stati Milinkovic e Felipe Anderson. Marusic e Lukaku gli unici sotto la sufficienza Ecco le pagelle di Sassuolo-Lazio a cura della redazione di LazioNews24.com:

Thomas STRAKOSHA 6 – Raramente impegnato dai neroverdi, si fa trovare pronto quando serve (bella parata su Adjappong). Ultimamente sbaglia qualche rilancio di troppo, rischia troppo con la palla ai piedi.

WALLACE 6 – Si fa ammonire per un fallo inutile e va in diffida. Bene nel duello con Politano, che prima della partita non era al meglio delle condizioni.

Ramos Marchi LUIZ FELIPE 6.5 – Guida con personalità il pacchetto arretrato dei capitolini. Non accusa la forza fisica di Babacar: marca con astuzia e sfrutta la sua rapidità per arginarlo.

Stefan RADU 6.5 – E’ la certezza difensiva della squadra di Inzaghi. Non va in difficoltà contro Berardi (anzi, lo fa anche espellere) e dà sicurezza all’intero reparto. Impossibile farne a meno.

Adam MARUSIC 5 – Costantemente nell’area avversaria per cercare l’inserimento giusto. Corre come un dannato avanti e dietro su tutta la fascia destra. Rovina la sua gara con una gomitata ingiustificabile a Rogerio.

Sergej MILINKOVIC-SAVIC 7,5 – Una perla l’arco disegnato da fuori area per il vantaggio biancoceleste. Chiude ad inizio ripresa con il primo goal di testa in questo campionato di Serie A.

LUCAS LEIVA 6 – Prezioso nel ruolo di faro davanti alla difesa, legge in modo fantastico le azioni avversarie e le interrompe sul nascere. Ben spesa l’ammonizione racimolata per fallo tattico. DAL 60′ PAROLO 6 – Si mette al posto del brasiliano e riesce nel compito chiesto dal tecnico.

Alessandro MURGIA 6.5 – Si procura il calcio di rigore del raddoppio (a dir la verità un’invenzione dell’arbitro). Gioca con personalità e chiama il pallone senza nascondersi.

Jordan LUKAKU 5.5 – Impreciso e troppo spesso disattento. Accompagna con frequenza le azioni offensive, ma non è la sua giornata migliore. DAL 60′ LULIC 6 – Cambio che non sposta gli equilibri. Il risultato è già in cassaforte.

FELIPE ANDERSON 7 – Pecca di decisione, ma la prestazione non si discute perchè firma due assist per le marcature di Sergej. I suoi strappi danno respiro alla Lazio.

Ciro IMMOBILE 6.5 – Realizza il penalty che congela il match. Isolato in avanti, non sempre riesce a duellare coi compagni. Protegge palla e lotta per far salire la squadra. DAL 81′ NANI S.V.

Simone INZAGHI 6.5 – Ha impostato la partita nel migliore dei modi e i suoi uomini sono scesi in campo con la determinazione giusta. Lascia in panchina de Vrij, Parolo, Lulic e Luis Alberto per gestirne le energie, il risultato non cambia e la Lazio vince comunque. Sostituzioni intelligenti anche a match in corso.