PAGELLE di Milan-Lazio: Immobile spreca, Luis e Milinkovic si spengono troppo presto

Immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle Milan-Lazio, terminata 1-0 con la rete su calcio di rigore di Frank Kessie

STRAKOSHA: Chiude bene su Piatek nell’unica occasione concessa al polacco e nel finale compie un’altra prodezza su Suso. Nulla può sul rigore di Kessie. VOTO: 6.5

LUIZ FELIPE: Buona partita, senza infamia e senza lode. VOTO: 6

ACERBI: Il solito muro invalicabile. Annulla Piatek e protegge Strakosha da tutto e tutti. Il primo a crederci, l’ultimo a mollare. VOTO: 6.5

BASTOS: Non sbaglia niente. Sempre preciso e puntuale, partita fisica e attenta. VOTO: 6 (DALL’81’ PAROLO: S.V.)

ROMULO: Parte male, poi esce alla distanza. Sbaglia spesso la scelta finale, ma è sempre pimpante. Ha sui piedi una palla che poteva valere i tre punti. VOTO: 6.5

MILINKOVIC: Quantità, qualità e fisicità. Queste tre componenti non mancano mai alla sua prestazione. Fatica ad essere incisivo negli ultimi metri, nonostante tanti palloni passano dai suoi piedi. Nel secondo tempo sparisce, fino all’occasione finale del rigore dubbio. VOTO: 5.5

LEIVA: Il solito muro davanti alla difesa, smista in verticale appena possibile. Fa sempre la giocata giusta, pescando sempre uno dei suoi compagni tra le linee. VOTO: 6

LUIS ALBERTO: Dai suoi piedi nascono le azioni migliori. Parte sul centro sinistra della linea a 5, ma come sempre è lui a cercarsi la posizione in mezzo al campo. Sul finale del primo tempo inventa una palla d’oro, che Immobile scaraventa sul palo. Nella ripresa cala come tutti. VOTO: 5.5

LULIC: Molta più fase difensiva che offensiva. Solita partita di sacrificio e sostanza sull’out sinistro. Calabria e Suso spesso lo mettono in mezzo, con l’aiuto di Bastos però riesce a sopperire. Nel finale non ne ha più e Inzaghi lo richiama. VOTO: 6 (DAL 72’ DURMISI: Non combina niente di buono. Rocchi non vedeva l’ora di concedere un rigore al Milan e lo spiacevole protagonista dell’episodio è lui. VOTO: 5

CORREA: Si accende e si spegne. Va ad intermittenza, ma dai suoi lampi nascono i pericoli maggiori per la difesa del Milan. Semina mezzo Milan dopo due minuti, quando serve a Immobile la palla dello 0-1. Si fa male a inizio ripresa e la Lazio cala incredibilmente. VOTO: 6 (DAL 47’ CAICEDO: Non entra mai in partita. L’unica intuizione un filtrante per Romulo. VOTO: 5)

IMMOBILE: Non è un periodo fortunato per lui e si capisce dopo l’occasione non sfruttata in avvio, quando il pallone gli resta troppo sotto. Conferma questa tesi, al 43’ del primo tempo, quando a Reina battuto colpisce il palo. L’ottavo in stagione. Molti degli insuccessi della Lazio sono da imputare alle sue prestazioni ripetutamente sottotono. VOTO: 4.5

INZAGHI: Un punto nelle ultime tre partite. La Lazio probabilmente neanche quest’anno andrà in Champions e come è ovvio che sia, le colpe in parte sono anche le sue. La sua squadra non riesce a supportare quattro uomini offensivi, eppure continua imperterrito a schierarli tutti. Ennesima partita in cui la Lazio crea, non concretizza e scoppia dopo un tempo. VOTO: 5