Connettiti con noi

Campionato

Pagelle Lazio Benevento: Immobile torna al gol, Milinkovic domina

Marco Bongianni

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match valido per la 31esima giornata di campionato tra Lazio e Benevento: le pagelle

Le pagelle dei protagonisti del match tra Lazio e Benevento, valido per la 31esima giornata del campionato di Serie A 2020-2021.

REINA 6 – Nel primo tempo è quasi spettatore non pagante del dominio della Lazio, fino al gran gol di Sau al 44′, su cui non può nulla. Nei secondi 45 minuti, invece, viene impegnato più volte dall’attacco campano, ma riesce a sventare con sicurezza i tiri avversari. Non può nulla sul terzo gol di Glik.

MARUSIC 5,5 – Buona copertura nel primo tempo per il montenegrino, che rischia però di dare vita ad un’occasione per gli avversari dopo un’incomprensione con Leiva. Nella ripresa causa il calcio di rigore realizzato da Viola e sembra essere un po’ in difficoltà insieme agli altri compagni di reparto.

ACERBI 6 – Copre bene nel primo tempo insieme al resto della difesa, facendo buona guardia alla porta difesa da Reina; come i compagni, però, non può nulla sulla grande rete di Sau. Nel secondo tempo soffre di più gli attacchi del Benevento, non riuscendo a bloccare Glik nella staccata del 4-3.

RADU 6 – Nella prima frazione di gioco non ci sono particolari pericoli dal lato sinistro e gioca ordinato insieme al resto del reparto arretrato. Altra storia per la ripresa, in cui la pressione dei giallorossi si fa sempre più forte e anche le difficoltà per tenere il risultato.

LAZZARI 6,5 – Tantissima corsa sulla destra per lui nella prima metà di gara, dove grazie alle imbucate di Milinkovic getta scompiglio nella retroguardia del Benevento. Nel secondo tempo continua a correre tanto e a scambiare bene sempre con il serbo, creando apprensione alla difesa giallorossa.

MILINKOVIC 6,5 – Un primo tempo da padrone assoluto del centrocampo, con diversi recuperi importantissimi e alcuni passaggi strepitosi, tra cui il nono assist personale in occasione del gol di Immobile. Nella seconda frazione di gioco continua a giocare molto con i compagni, scambiando spesso con Lazzari.

LEIVA 6 – Rischia di combinare un pasticcio insieme a Marusic innescando una possibile occasione per il Benevento, ma per il resto nella prima parte del match gioca bene al centro del campo. (Dal 56′ PAROLO 6 – Soffre come tutta la squadra nella ripresa, ma lotta in mezzo al campo per contenere gli attacchi del Benevento. Spende un saggio cartellino nel recupero e regala ad Immobile l’assist per il 5-3 che chiude la partita).

LUIS ALBERTO 6 – Nel primo tempo gestisce bene il pallone in mezzo al campo, scambiando con i compagni e tentando di pungere la difesa avversaria. Nella ripresa non riesce ad incidere particolarmente, pur gestendo bene il pallone in mezzo al campo. (Dal 70′ AKPA AKPRO 4,5 – Non fa neanche in tempo ad entrare in campo che viene già ammonito ed è costretto anche a lasciare il campo per problemi fisici. Dall’88’ HOEDT s.v.)

FARES 6 – Spinge molto sulla fascia sinistra nei primi 45 minuti, creando non pochi problemi alla difesa avversaria. (Dal 56′ LULIC 6 – Riesce a dare sostanza sulla fascia sinistra, aiutando la squadra per cercare di contenere gli attacchi avversari).

IMMOBILE 7 – Signore e signori, Sua Maestà Ciro Immobile è tornato al gol. Un primo tempo di grande intensità, che inizia con un palo incredibile e prosegue con un gol procurato e uno realizzato alla sua maniera, da vero bomber. Nella ripresa è ancora protagonista, con una grande giocata insieme a Correa per il 4-1, ma si divora il rigore del possibile 5-1. Alla fine mette il sigillo finale del match con la rete del 5-3.

CORREA 6,5 – Si conquista un gran calcio di rigore nella prima frazione di gioco, che realizza dopo la gentile concessione di Immobile. Inizia il secondo tempo nel migliore dei modi, finalizzando una grande azione sempre con il numero 17 per il 4-1. (Dal 70′ MURIQI 5 – Meglio come difensore che come attaccante: l’unica occasione che ha la spreca, ma riesce a respingere di testa un paio di cross nell’area della Lazio).

FARRIS 6,5 – Un’altra vittoria sofferta, ma che regala altri tre punti fondamentali ai biancocelesti nella corsa Champions. I cambi sono in parte azzeccati, come quello di Parolo, e in parte da rivedere, come quello di Akpa-Akpro. Alla fine, però, contava il risultato e con lui in panchina per la Lazio è arrivata un altro importantissimo risultato.

Advertisement