Nedved: “Era tutto fatto con il Psv Eindhoven, ma poi arrivò la Lazio e…”

zavaglia
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex laziale Pavel Nedved, attuale vicepresidente della Juventus, ha rilasciato una lunga intervista al magazine Ergo. La ‘Furica Ceca’ ha ricordato la sua prima esperienza in Italia con la maglia della Lazio:Dopo un po’ ho scoperto che Zeman mi voleva da molto prima che iniziassero gli Europei del 1996, ma il presidente Cragnotti non gli credeva, così ha aspettato di vedermi all’opera. Poi, naturalmente, il prezzo del mio cartellino è passato da mezzo milione di euro a 3.5. Tuttavia, sarei dovuto andare al Psv Eindhoven, c’era un accordo preliminare. Era tutto fatto, ma poi sono finito alla Lazio. Ero convinto che sarebbe stato meglio procedere per piccoli passi, come andare a giocare in Olanda. Conoscete Zeman, è un gran chiacchierone (ride, ndr.), ha sottolineato l’importanza di andare in Italia. Mi ha detto che ero pronto per giocare in Serie A e che lui mi avrebbe preparato per questo. Ad essere sinceri, avevo un po’ di paura ad andare dritto in Italia, ma lui mi ha convinto. E sono contento che l’abbia fatto”.