Mihajlovic, Zazzaroni: «Mai pensato alle copie! Ammetto di aver sbagliato»

zazzaroni
© foto @Youtube

Ivan Zazzaroni ha fatto chiarezza sulla situazione riguardante il comportamento tenuto nei confronti di Mihajlovic

Ieri il mondo del calcio si è fermato impotente davanti alle commoventi dichiarazioni di Sinisa Mihajlovic, che ha ammesso di essere affetto da leucemia. Il tecnico del Bologna ha deciso di tenere una conferenza stampa per spiegare le proprie condizioni di salute, anche se la notizia era già trapelata in mattinata, pubblicata dal Corriere dello Sport. Ivan Zazzaroni, il direttore della testata, si è scusato per l’accaduto. Ecco quanto dichiarato dai diretti interessati.

L’ACCUSA DI MIHAJLOVIC – «Mi dispiace che per 100-200 copie in più sia stata rovinata un’amicizia di 20 anni».

LA RISPOSTA DI ZAZZARONI – «Non ho tradito alcuna confidenza di Sinisa, che non sentivo da oltre un mese. L’ho cercato più volte venerdì, poi ho saputo con certezza della malattia: altri sapevano, così come si sapeva che il giorno dopo era in programma una conferenza stampa nella quale avrebbe spiegato. Ho scritto solo venti righe di incoraggiamento senza mai parlare dell’entità della malattia, così come mi sono raccomandato che facessero i miei. Al responsabile stampa del Bologna che mi invitava a soprassedere avevo anticipato che ne avrei scritto con la necessaria delicatezza e il pieno rispetto della privacy. Mai pensato alle copie, piuttosto ho risposto alle richieste di amici e tifosi sul perché della sua assenza e degli accertamenti clinici: ho sfogato l’angoscia per l’amico. Non lo rifarei. Il resto l’ha deciso il tribunale dei social. Il resto è sul giornale di oggi. Conta solo che lui guarisca in fretta».