Rivivi la diretta – Inzaghi: «Calendario tosto ma adesso pensiamo solo alla partita contro il Genoa»

inzaghi
© foto Twitter @OfficialSSLazio

Il tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, interverrà in conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Genoa, sabato 19 novembre alle ore 13:30, presso la sala stampa del Centro Sportivo di Formello.

 

Segui la diretta testuale della conferenza su LazioNews24.com

 

Come ripartite dopo la sosta?
“Abbiamo lavorato bene. Sappiamo che dopo la sosta è più difficile del solito. Incontriamo il Genoa, squadra organizzata e che gioca un calcio intenso. Abbiamo cercato di prepararla nel migliore dei modi. Qualcuno è arrivato solo ieri, abbiamo un altro allenamento. Sappiamo che non sarà semplice ma abbiamo provato a prepararci al meglio”

 

Da qui a Natale momento decisivo…
“Abbiamo 6 partite, tutte toste. Dobbiamo affrontarle una alla volta. Siamo focalizzati sul Genoa, vogliamo vincere davanti ai nostri tifosi”.

 

 Milinkovic?
“Cerco di mettere in campo la squadra migliore. Milinkovic è uno di quelli che sta lavorando molto bene. Si è completato, è diventato un centrocampista moderno che abbina entrambe le fasi. Sta bene nonostante abbia giocato in nazionale. Devo valutare tra le prove fatte ieri e quelle di oggi. Dobbiamo mettere in campo chi sta bene fisicamente senza sbagliare nulla”.

 

Obiettivo?
“Vorremmo cercare di mantenere una posizione in classifica importante. Sappiamo che avremo un calendario tosto, così come lo avranno le altre. Mantenere posizioni alte dipende da noi. Dobbiamo pensare al Genoa che prende pochi goal, riparte bene e ha un buon tecnico. Quando rientri dopo la sosta è sempre particolare visti i tanti nazionali. Bisogna fare la partita giusta?

“Continuità. E’ stato fatto un buon lavoro, ma come ho detto nei giorni scorsi nel calcio è un attimo. Dobbiamo rimanere concentrati e sul pezzo”

 

Anderson in che ruolo giocherà?
“Felipe può fare entrambi i ruoli. Dipenderà dalla partita, a dispetto del modulo dovrà fare la differenza. Si sacrifica per la squadra, capisce, legge la partita. In alcuni momenti ci serve dietro”.

 

Kishna, Luis Alberto devono farsi trovare pronti a gennaio?
“E’ normale, è rientrato Keita e hanno trovato poco spazio. Cercano di dare tutto, si impegnano, ma alla Lazio c’è competizione. Se non avessero avuto Keita davanti avrebbero avuto più chanche”.

 

Cosa ti convince e cosa no della tua squadra?
“L’ho già detto. Siamo un gruppo giovane abbiamo margini di miglioramento. Abbiamo avuto defezioni di giocatori importanti quindi sicuramente possiamo crescere. Dobbiamo cercare di essere sempre attenti in tutte le partite. Sono stati chiamati in causa tutti finora, c’è chi ha giocato più e chi meno, l’importante è far bene”.

 

Mercato?
“Adesso non ci pensiamo, siamo concentrati su ciò che andremo ad affrontare. Da Natale in poi ci sarà tempo a sufficienza per parlarne”.

 

Cosa chiederà ai suoi contro il Genoa?
“Dovremo cercare di fare la prestazione singola di ognuno. Serve questo per una partita così”.

 

Come stanno i nazionali?
“Abbiamo qualche problema che vedremo oggi, c’era Radu con un po’ di febbre. Marchetti con un problemino. Dovremo valutare bene e scegliere i migliori per domani”.

 

Come lavora dal punto di vista mentale coi ragazzi?
“Ai ragazzi l’ho detto fin dal ritiro. C’erano pressioni e clima ostile. Dovevamo essere liberi di mente allenandoci e giocando, altrimenti si fa fatica. Vogliamo continuare così”.

 

Diffida Felipe: farete calcoli?
“Prima del derby abbiamo due partite importantissime contro due avversari che ci daranno filo da torcere. Bisogna pensare al presente che oggi è il Genoa”