LE PAGELLE di Udinese-Lazio: brillano Keita e Immobile, Parolo bene anche in regia

© foto www.imagephotoagency.it

Strakosha 6,5: Vive una partita relativamente tranquilla. Viene chiamato in causa soltanto in due occasioni nella ripresa e in entrambe si dimostra sufficientemente reattivo a mantenere la porta inviolata.

 

Patric 6: Dalla sua corsia l’Udinese attacca veramente di rado, motivo per cui non corre particolari pericoli e vive una partita tranquilla.   

de Vrij 6,5:  Gara senza troppe apprensioni per l’olandese che controlla agevolmente le rare incursioni degli arieti friulani.

Hoedt 6,5: Torna in campo dopo diverse panchine (da neopapà) e si regala una bella vittoria in trasferta senza mai rischiare niente.

Lukaku 6: Richiamato in causa dal 1’ il belga gioca una partita tutto sommato ordinata. Deve ulteriormente migliorare sotto il profilo della concentrazione, visti i diversi errori in fase di appoggio.

Parolo 6,5:  Spostato davanti alla difesa con compiti d’impostazione dà ancora una volta la conferma di poter agire anche in posizione più arretrata rispetto all’abituale ruolo da mezz’ala.

Lulic 6: Partita grintosa del bosniaco che in più di un’occasione ingaggia un duello tutto corsa con Badu.

Felipe Anderson 6: Ancora una volta dà l’impressione di accendersi soltanto a tratti: quando lo fa è in grado di regalare palloni d’oro come quello servito a Keita in occasione del goal del 2-0.

Milinkovic 6,5: Diventato ormai un elemento irrinunciabie dello scacchiere di Inzaghi il giovane serbo è come sempre preziosissimo sulle palle alte: sua la sponda per il goal dell’1-0 firmato da Immobile. In costante crescita.

Keita 7: Ora che si è ripreso il posto da titolare non vuole più mollarlo. Nel primo tempo è sempre tra i più intraprendenti della sua squadra. Nella ripresa è a tratti imprendibile e trova un meritato goal, il secondo consecutivo dopo quello di domenica scorsa contro l’Empoli. Dal 70′ Djordjevic: sv

Immobile 7: La serata di Udine verrà ricordata come quella della sua prima doppietta in maglia biancoceleste. Oltre ai goal non fa mancare il solito apporto in termini di corsa e generosità. Dal 77′ Lombardi 6,5: Appena entrato al primo pallone toccato centra in pieno il palo sfiorando il secondo goal in A

Inzaghi 6,5: All’ennesimo cambio di modulo in questo avvio di stagione corrisponde forse la miglior prova della Lazio in questo avvio di stagione. Difficile stabilire se è merito del nuovo assetto o di un Udinese non irresistibile. Di certo non gli manca il coraggio visto che schiera una squadra dove soltanto 2 giocatori su 11 sono nati prima del 1990.