Le PAGELLE di Lazio Juventus: torna la Milinkocrazia! Luis Alberto incanta, Lazzari imprendibile

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Juventus 3-1, sfida valida per la 15^ giornata del campionato Serie A TIM

Alle ore 20:45 è andata in scena la sfida tra la Lazio di Simone Inzaghi e la Juventus di Maurizio Sarri. Ecco le pagelle dei biancocelesti.

STRAKOSHA: Al 9′ si esalta con una gran parata su una conclusione di Dybala e due minuti più tardi respinge un calcio d’angolo diretto in porta dello stesso argentino. Al 22′ salva su un colpo di testa di Ronaldo. Al 66′ non si capisce con Acerbi e sfiora la catastrofe ma poi recupera la posizione e para su Dybala. VOTO:6,5.

LUIZ FELIPE: Al 25′ è disattento su Cristiano Ronaldo e infatti il portoghese punisce i capitolini. Si fa perdonare l’errore precedente con il colpo di testa che vale la rete dell’1-1. VOTO: 7.5.

ACERBI: Cerca spesso gli anticipi ma al 25′ sbaglia perdendo l’inserimento di Bentancur. Per il resto gara molto attenta. Al 66′ c’è un fraintendimento con Strakosha e la Lazio rischia moltissimo. Partita sufficiente. VOTO: 7.

RADU: Spesso in affanno, soffre la velocità degli attaccanti juventini ma l’esperienza del romeno è sempre fondamentale per queste sfide. VOTO: 6,5.

LAZZARI: Un trenino, mette spesso in apprensione la difesa torinese. I suoi cross sono davvero pericolosi. Al 69′ causa l’espulsione di Cuadrado. VOTO: 7.5.

MILINKOVIC-SAVIC: Un po’ spento durante la prima frazione. nel primo tempo alza il tiro e tenta di costruire alcune azioni offensive interessanti. Al 74′ segna forse uno dei gol più belli di questa stagione. E’ tornata la Milinkocrazia. VOTO: 8. (90′ CAICEDO: Al 90’+4′ chiude il match in seguito agli sviluppi di un contropiede. Grande ingresso per  l’ex Espanyol. VOTO: 7).

LUCAS LEIVA: La solita diga a centrocampo, recupera molti palloni ma commette alcuni errori banali. Il suo apporto è sempre di notevole importanza. VOTO:7.

LUIS ALBERTO: Un primo tempo in cui brilla poco ma al 46′ serve un grande assist per la rete di Luiz Felipe. Una partita fantastica, al 74′ serve a Milinkovic l’assist per il gol del 2-1. Un mago a tutti gli effetti. VOTO: 8. (76′ PAROLO: Entra e da una grande mano al mantenimento del punteggio. VOTO:6.5).

LULIC: Dalla sua parte ha un cliente a dir poco scomodo come Cuadrado ma le sue proiezioni offensive sovrastano spesso il colombiano. Partita sufficiente. VOTO:6.5.

CORREA: Si fa vedere spesso, anche se nel primo tempo il momento di massima visibilità è la punizione guadagnata dal limite. Cresce nella ripresa e al 76′ si guadagna il rigore del 3-1. VOTO:6,5.

IMMOBILE: Al 4′ ha la prima occasione ma de Ligt è provvidenziale nella chiusura. Al 34′ si ritrova la sfera dopo un cross di Lazzari ma non riesce a inquadrare la porta. Ci prova spesso, anche grazie alla sua tigna. Grande palla per Correa che al 76′ si guadagna il rigore che poi il campano sbaglia facendosi ipnotizzare da Sczesny. VOTO:6. (84′ CATALDI: SV).

ALL. INZAGHI: La sua Lazio sfata i tabù e infrange record. Cosa dire del match, una grande Lazio ha affrontato e battuto una delle compagini più forti del mondo. VOTO:7.5.