Le pagelle di Frosinone-Lazio: Caicedo-gol, Strakosha ancora decisivo. Durmisi un fantasma

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Frosinone-Lazio 0-1, sfida valida per la 22^ giornata del Campionato Serie A TIM

Dopo la straordinaria vittoria in Coppa Italia contro l’Inter, ecco la prova del nove chiamata Frosinone, superata – non di certo – egregiamente. Di seguito le pagelle dei biancocelesti.

STRAKOSHA 6,5: Poco impegnato nella prima frazione. Al 55′ fa un buon intervento, anche se i ciociari arrivano poche volte al tiro. All’85’ salva la Lazio.

BASTOS 5,5: Al 26′ rischia molto con una trattenuta su Ciano, ma per il resto disputa una partita sufficiente. Al 61′ intuisce molto bene il pericoloso retropassaggio di Beghetto per Valzania.

ACERBI 6,5: La solita sicurezza, controlla Ciano con molta attenzione. Talvolta si prende anche la briga di qualche sprint palla al piede, da vero leader.

RADU 6: Controlla abbastanza il proprio avversario, mettendo in campo la propria esperienza. Il gladiatore.

MARUSIC 6: Molto propositivo e numerose proiezioni offensivo con continue sovrapposizioni contraddistinguono la sua prestazione. Sta recuperando la “stoffa” perduta.

PAROLO 6: Si propone spesso, effettuando anche diversi traversoni davvero interessanti. Il motorino instancabile della mediana laziale.

BADELJ 6: Una partita molto ordinata, anche se è davvero strano che un vice campione del mondo riesca a giocare titolare solamente con il Frosinone. La qualità c’è e si vede. (56′ LEIVA 5,5: Entra e prende immediatamente un giallo per trattenuta su Viviani. Per il resto poco o nulla).

LUIS ALBERTO 5,5: Uno dei più attivi nella prima frazione, al 36′ serve a Caicedo un passaggio illuminante che poi l’ecuadoriano finalizzerà portando in vantaggio i capitolini, ma dopo l’assist lo spagnolo svanisce dal match. Esce per un apparente problema muscolare. (64′ LULIC 5,5: Entra ma di certo non cambia il match, a tratti sembra svogliato).

DURMISI 5,5: Nel primo quarto d’ora è uno dei più attivi, si rivede in seguito per un paio di punizioni ma nulla più. Nella seconda frazione, giocando dalla parte dov’è Inzaghi, viene letteralmente ‘martellato’ di indicazioni dal proprio mister.

CAICEDO 6,5: Al 4′ arriva il suo primo squillo controllato alla perfezione da Sportiello. Al 36′, dopo alcune occasione sbagliate per propria colpa o per sfortuna, arriva la rete del vantaggio su assist di Luis Alberto. (56′ BERISHA 5,5: Mette in campo l’aggressività che l’ha contraddistinto nella sua militanza nel Salisburgo, ma nulla più).

IMMOBILE 6: Sembra che la fatica di Coppa sia definitivamente smaltita, nei primi 45′ corre come un ossesso per cercare di liberare spazi al proprio compagno di reparto. Sparisce con il passare dei minuti.

ALL. INZAGHI 6: Effettua del turnover, facendo giocare (finalmente) anche Badelj. Nella seconda frazione, effettuando le sostituzioni, riporta Luis Alberto in attacco insieme a Ciro Immobile. I cambi effettuati dal tecnico piacentino mettono in difficoltà la stessa squadra, costringendola ad un finale di partita infuocato.