Le pagelle di Bologna Lazio: ancora super Immobile, Leiva ingenuo, Correa solito sciupone!

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Bologna-Lazio terminata con il risultato di 2-2

STRAKOSHA: Il raddoppio del Bologna nasce da un suo rinvio sbagliato. Prova a rimediare in extremis, ma il tiro di Palacio termina comunque in porta. Si riscatta alla grande 7 minuti più tardi, compiendo un autentico miracolo su Sansose e all’azione successiva Immobile pareggia. VOTO: 6.5

LUIZ FELIPE: Troppo istintivo e irruento rimedia un’ammonizione al primo fallo commesso. Deve crescere ancora tanto e limitare alcune sbavature. VOTO: 5 (DAL 60′ BASTOS: Preciso in entrambe le fasi. In una sola parola “affidabile”. VOTO: 6)

ACERBI: Il migliore della difesa anche oggi. Appena vede il varco si spinge in avanti. Radu e Luiz Felipe non sono in una grande giornata, quindi è costretto agli straordinari per difendere la porta di Strakosha. Grazie ad un suo scatto di 100 metri si conquista un rigore che poi Correa spreca. Ce ne vorrebbero 11 come lui. VOTO: 7

RADU: Parte bene, poi commette alcune ingenuità che potevano costare care. Su tutte la leggerezza nel duello con Sansone; Strakosha salva lui e la Lazio al 37′ quando a tu per tu con Sansone evita il 3-1. VOTO: 5

MARUSIC: E’ tornato quello di due anni fa. Con lui a destra è un’altra storia. Corsa e fisicità. Questo è il Marusic di cui ha bisogno la Lazio. VOTO: 6.5

MILINKOVIC: Continua a crescere partita dopo partita. Mette un pallone al centro su cui non arrivano ne Immobile, ne Acerbi. Molto discontinuo nella partita, senza infamia e senza lode. VOTO: 6

LEIVA: Continua a non convincere. Altra pessima prestazione, culminata con un’esplosione troppo ingenua per un calciatore della sua esperienza . VOTO: 4

LUIS ALBERTO: Un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni, riesce comunque a impreziosire la sua prova con l’assist per il 2-2 di Immobile. VOTO: 6

LULIC: Compie un errore in avvio, poi si riprende e con un’azione insistita regala ad Immobile la palla per l’1-1. Tanta forza di volontà, ma poca lucidità. VOTO: 5.5 (DALL’82’ JONY: S.V.)

CORREA: Fa e disfa. E’ l’emblema dell’incompiutezza. Grazie a lui la Lazio riesce a ristabilire la parità numerica. Inzaghi rinuncia ad Immobile e lo tiene in campo. Lui risponde mandando in tilt tutta la difesa avversaria. Ha una grande occasione all’83 quando Skorupski lo chiude in uscita. Imperdonabile l’errore dal dischetto. Continua ad essere impreciso sotto porta, per un attaccante questo non è certo un dettaglio. VOTO: 5

IMMOBILE: 8 gol in 7 partite. Per lui parlano i numeri. Anche oggi è stato l’anima di una Lazio che non vuole saperne di essere continua. Sta tornando sui livelli di due anni fa. Inzaghi lo toglie a mezz’ora dalla fine, scegliendo la velocità di Correa per tenere in ansia tutta la difesa del Bologna. VOTO: 7.5 (DAL 60′ PAROLO: Entra bene in partita, mostrandosi propositivo in fase offensiva. VOTO: 6)

INZAGHI: Sceglie la Lazio migliore nonostante i tanti impegni ravvicinati. Al 60′ viene espulso Leiva e si prende un rischio togliendo Immobile anzichè Correa. I fatti gli danno ragione perchè poi il Tucu si prende la partita. Peccato per quel rigore, che avrebbe spostato giudizi ed equilibri. VOTO: 6