Le pagelle di Apollon-Lazio: bene Acerbi, Caicedo impalpabile. Correa a intermittenza

acerbi
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Apollon-Lazio 2-0, sfida di Europa League

Questa sera la Lazio di Simone Inzaghi ha affrontato l’Apollon Limassol, club cipriota. Ecco di seguito le pagelle dei biancocelesti.

PROTO 5: Può davvero poco sulla rete in rovesciata al 32′ di Faupala e su quello di Markovic.

BASTOS 5: La sua partita inizia con il brivido, rendendosi protagonista di un’ingenua entrata in area su Faupala, fortunatamente senza alcuna conseguenza. (60′ LULIC 5: Il suo ingresso certamente non cambia le sorti del match.

ACERBI 6,5: Un’altra prestazione importante del difensore milanese, confermandosi di sicura affidabilità. Bisogna inoltre menzionare la sua continuità di condizione, quella di stasera è la sua 140esima partita consecutiva.

LUIZ FELIPE 5: Partita con diverse chiusure di buona fattura ma non riesce a tenere a bada Faupala in modo tale da riuscire ad impedirgli il gran gol in rovesciata.

CACERES 5,5: Si fa vedere spesso sulla fascia da lui occupata, effettuando diversi cross di certo migliorabili.

MURGIA 6: Dovrebbe sostituire Parolo, tenta alcuni inserimenti ma la difesa cipriota è attenta. Lotta come un leone in mezzo al campo. (60′ ROSSI 5: Ci mette tanta voglia e cattiveria, ma non serve a nulla).

CATALDI 6: E’ il capitano di giornata. Svolge il suo compito scolasticamente senza strafare, ma è presente in quasi tutte le azioni della Lazio. Al 50′ tenta la conclusione su punizione, ma la sfera esce di poco con deviazione.

BERISHA 5,5: Al 18′ sfiora il palo in seguito ad una serie di contrasti al limite dell’area, partita di sostanza e quantità che rasenta la sufficienza.

DURMISI 5,5: Sulla fascia sinistra si inserisce e crossa costantemente, rivelandosi ancora una volta una risorsa importante. Ma il suo contributo non è sufficiente.

CORREA 6: Attacca molto spesso la profondità, alternandosi al proprio compagno di reparto ecuadoriano. Non è quasi mai pericoloso, unico acuto il suo tiro nella prima frazione.

CAICEDO 5: Lavora, come al solito, molto per la squadra alternandosi spesso con El Tucu al momento di attaccare la profondità. (85′ ARMINI: SV).

ALL. INZAGHI 5,5: Effettua un ampio turnover non portando in terra cipriota ‘mostri sacri’ come Parolo, Milinkovic-Savic, Immobile e Strakosha; e i risultati si vedono. La Lazio perde 2-0 permettendo all’Apollon di vincere contro una squadra italiana per la prima volta nella sua storia. Ora bisogna assolutamente pensare al Chievo.

Articolo precedente
CataldiApollon Limassol-Lazio 2-0, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
Cataldi: «Non si è vista la vera Lazio! Capitano? Mi sono venuti i brividi. Ai tifosi dico…»