Lazio, Rambaudi: «Se Tudor vuole mandare via dei calciatori, la società deve credere nel suo allenatore»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Lazio, Rambaudi: «Se Tudor vuole mandare via dei calciatori, la società deve credere nel suo allenatore»

Pubblicato

su

Lazio, Rambaudi: «Se Tudor vuole mandare via dei calciatori, la società deve credere nel suo allenatore». Le parole dell’ex giocatore

Ai microfoni di Notizie.com l’ex attaccante Roberto Rambaudi ha commentato la situazione attuale in casa Lazio, soprattutto riguardo il futuro di Igor Tudor. Queste le sue parole.

PAROLE– «Non so se sia una coincidenza o meno, ma sono cose che possono accadere, se poi il problema sono i giocatori, allora hanno anche scocciato parecchio, sono stato calciatore e sono stato anche un po’ brontolone, come tutti, ma rispettavo tecnico e società sempre, magari con qualche allenatore non avevo feeling, ma rispettavo le scelte e stavo sempre al mio posto… O in un modo o nell’altro, si faccia chiarezza subito altrimenti se le cose restano così, sarebbe grave e pericoloso, delittuoso perché ci sono tanti giocatori bravi e la squadra deve essere messa a posto e in base a quello che chiede Tudor, se poi per la società è troppo quello che chiede, allora si cambi, saluti e baci e avanti un altro. Certo non è una cosa meravigliosa dopo appena tre o quattro mesi di lavoro, facendo anche un ottimo lavoro, andare via così, ma se non ci sono le unità d’intento è inutile proseguire. Non so come stanno le cose, ma quanto nel calcio si generano queste situazioni è più di un semplice allarme. Ci deve essere unità d’intenti, sia nella programmazione della squadra che nell’acquistare i giocatori, ma se non c’è questo allora è meglio dirsi le cose adesso e non proseguire, altrimenti si fa solo il male della Lazio. Certo, il fatto che ancora non si sia deciso granché non è che sia una cosa proprio così favorevole, vuol dire che i dubbi ci sono e non sarebbero nemmeno pochi. Se Tudor, ora io non so con esattezza, vuole mandare via dei calciatori, la società deve farlo e credere nel suo allenatore, se non si riesce, che ci sia la separazione e ognuno vada per la propria strada ».

Copyright 2024 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.