Lazio, questione stipendi: anche Milinkovic sul piede di guerra?

© foto www.imagephotoagency.it

Secondo Il Messaggero Milinkovic avrebbe pensato alla messa in mora nei confronti del club per il taglio stipendi

Il Coronavirus ha messo in ginocchio tutte le società italiane, il presidente Gravina ha così prorogato i termini di pagamento degli stipendi sino a dicembre. Dunque il comportamento di Lotito sarebbe comunque regolare. Eppure Luis Alberto non vuole più aspettare (ci sono dentro pure le commissioni del suo agente), esplode e si espone in maniera grave. Lo spagnolo getta benzina sul fuoco accendendo un altro fronte, quello dei mancati ingaggi retribuiti in casa biancoceleste. Lui e altri stranieri (Milinkovic avrebbe pensato alla messa in mora) già erano arrabbiati a maggio per i due mesi, a cui avevano dovuto rinunciare dopo il lock-down, nonostante le direttive rispettate di rimanere in Italia, talvolta lontano dalle proprie famiglie. Così si legge nell’edizione odierna de Il Messaggero.