Lazio, Pulcini: «Salute dei giocatori al primo posto. Risultati Campus? Non bastano test rapidi»

© foto @YouTube

 Ivo Pulcini, responsabile medico della Lazio, è intervenuto a Radiosei.

Il responsabile medico della S.S. Lazio, Ivo Pulcini, è intervenuto ai microfoni di “Quelli che hanno portato il calcio a Roma”, in onda su Radiosei: «La salute dei giocatori è la prima cosa che va tutelata. Questa storia sembra un teleromanzo. Si dice che non mi sono presentato alla Procura. Sono sereno e tranquillo. La società ha voluto controllare i tre giocatori sospetti di Covid positivo e hanno chiamato un altro ente per verificare. La società ha chiamato una struttura super qualificata (Campus Bio-Medico), ma probabilmente c’è stato un fraintendimento. Per fare un controllo infatti non basta un tampone rapido come quelle effettuato dal Campus. Se un tampone è positivo bisogna applicare un ulteriore controllo per rilevare il famoso gene N. È stato effettuato uno di questi tamponi rapidi, che anche se positivo ha l’obbligo di essere rianalizzato. E non si poteva fornire questi dati alla stampa. Ovviamente giusto invece segnalare il caso alla Asl».