Connettiti con noi

Focus

Lazio Primavera, primo posto e tanto lavoro da fare

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Lazio Primavera conclude il 2021 al primo posto in classifica. Ma il lavoro da fare è senza dubbio ancora tanto

Primo posto nel girone del B del campionato Primavera 2. Si chiude così il 2021 della Lazio Primavera di mister Calori. Il cammino dei biancocelesti è stato comunque davvero importante e ricco di soddisfazioni. Ma ora che cosa può dire il futuro e il 2022?

NUMERI – Innanzitutto per capire come stanno andando le cose occorre analizzare i numeri: 8 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. I capitolini hanno sempre tenuto in mano le redini della loro stagione, come dimostrato dal primato e dalle prestazioni, quasi sempre più che sufficienti. La Lazio Primavera è una squadra che segna tanto (29 gol fatti), ma che allo stesso tempo fa della solidità difensiva uno dei suoi principali punti di forza (solo 11 gol subiti e una differenza reti di +18).

SINGOLI – Quando si parla di un settore giovanile, gli occhi non possono non cadere su alcuni singoli. Sicuramente un grande protagonista in questa stagione dei biancocelesti è Marco Bertini. Il centrocampista aveva fatto parlare di sé già nel ritiro di Auronzo di Cadore, dove aveva messo in mostra tutte le sue capacità, non lasciando indifferente mister Maurizio Sarri. E i fatti stanno confermando quelle che erano le sensazioni su di lui. Infatti è proprio il classe 2002 il capocannoniere, con ben 7 reti.

AMBIZIONI – Insomma, Calori ha senza alcun dubbio del buon materiale su cui lavorare, ma la strada da fare è ancora tanta. L’obiettivo non può non essere il ritorno immediato in Primavera 1, dopo la retrocessione arrivata lo scorso anno. Il 2022 partirà con le sfide a Perugia, Crotone e Salernitana, squadre che navigano a metà classifica, ma che potrebbero mettere a dura prova la Lazio e il suo primato. Il bicchiere fino a ora può essere mezzo pieno, ma i traguardi da raggiungere sono ancora molti. E soprattutto i talenti da scoprire devono essere ancora tanti e va trovata una stabilità nel principale campionato. Prima però questo va riconquistato.