Lazio, l’emergenza continua. Gara col Torino a rischio rinvio? La situazione

© foto As Roma 24/10/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Bologna / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Le assenze di Patric, Fares e Akpa Akpro in allenamento destano preoccupazione in vista del match di campionato.

L’emergenza non si ferma. La Lazio perde altre pedine. Patric, Akpa Akpro e Fares non si sono allenati. Il primo era uscito per un’indisposizione fisica durante il primo tempo con il Bruges. L’ombra del Covid continua ad aleggiare sul centro sportivo di Formello. L’allarme era suonato tre giorni fa, alla vigilia della sfida di Champions: Simone Inzaghi era senza 11 giocatori durante la rifinitura. Oltre agli annunciati Lulic, Radu, Strakosha, Cataldi Armini, Leiva e Luiz Felipe, si erano aggiunti Luis Alberto, Immobile, Djavan Anderson e Lazzari.

Oggi si sono rivisti in campo Radu (a parte) e Lulic (assente in gare ufficiali dallo scorso febbraio), ma non Patric, Akpa Akpro e Fares. In mattinata il gruppo squadra e le famiglie sono state sottoposte ai tamponi, dopo «le criticità emerse» nella giornata di martedì. Domani verranno effettuati altri test, a poche ore dalla partenza per trasferta di Torino. Il rischio del rinvio del match con i granata per ora è basso.

Secondo la regola, ogni club che abbia dieci o più giocatori nell’arco di una settimana, ha nel corso della stagione la facoltà di chiedere e ottenere il rinvio della gara. Al momento, in assenza di comunicazioni ufficiali, la Lazio non ha dichiarato di avere giocatori positivi e, in ogni caso, il conteggio degli eventuali contagiati andrebbe fatto negli ultimi sette giorni. In questo lasso di tempo, secondo indiscrezioni, il numero dei casi sospetti sarebbe inferiore al quorum previsto per il rinvio. La giornata di domani sarà fondamentale. Così si legge sul sito Calciomercato.it.