Lazio, Inzaghi: «Onore ai ragazzi per la vittoria, potevamo chiuderla prima»

© foto As Roma 29/09/2019 - campionato di calcio serie A / Lazio-Genoa / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Lazio, Simone Inzaghi analizza la vittoria in pieno recupero contro il Sassuolo ai microfoni di Sky Sport 

Una vittoria all’ultimo respiro anzi, all’ultimo minuto: la Lazio porta a casa il risultato con una rete in extremis di Felipe Caicedo. Partita molto sofferta per mister Inzaghi, che analizza così il match ai microfoni di Sky Sport:

«È stata una partita importante, sofferta, nel primo tempo siamo usciti molto meglio e potevamo chiudere con due gol di scarto e invece abbiamo preso il gol del pareggio. È una vittoria meritata, contro un’ottima squadra ma onore ai ragazzi che hanno sofferto e abbiamo ottenuto i tre punti al ’91. Ho dei giocatori importanti: ho avuto Caicedo durante tutto il periodo della sosta e si meritava di giocare dal primo minuto oggi ma Ciro Immobile sta passando veramente un bel periodo».

«Devo ringraziare molto anche Felipe perché è riuscito a capire ed è venuto in panchina subito. Ho riportato a casa il risultato ma doveva arrivare molto prima del ’91 ed è per questo che ero molto arrabbiato oggi. A Roma abbiamo avuto mancanza di risultati e dopo Firenze ho detto che se continuavamo a giocare così, avremmo trovato grandi risultati e siamo alla quinta vittoria consecutiva».

Mister Inzaghi a Lazio Style Channel

«Siamo stati bravi e lucidi, sull’1-1 avevamo voglia di vincere: dovevamo fare la partita senza rischiare nulla dietro. Dobbiamo lavorare sul gol subito, al break dovevamo essere avanti di un paio di reti. Sapevamo che ad attenderci ci sarebbe stata una partita difficile, i ragazzi sono stati concentrati. Complimenti ai ragazzi, sono professionisti seri, guardano molto quello che gli chiediamo io ed il mio staff».

«Chi ha giocato ha fatto bene, Luiz Felipe é Lulic stavano disputando una buona gara, temevo un’entrata scomposta su questo campo bagnato, per questo l’ingresso di Caicedo è stato ritardato. Dobbiamo continuare a crescere gara dopo gara per dominare nei 90 minuti, come accaduto nelle ultime uscite».

Mister Inzaghi in conferenza stampa

Che peso e che significato ha questa vittoria?

Importantissima, arrivata al 91′. Per me doveva arrivare prima, abbiamo fatto un ottimo primo tempo, mancando di cinismo. Abbiamo realizzato un solo gol, subendo un gol fotocopia di quello di domenica scorsa con il Lecce. Poi le partite si fanno difficili. Siamo stati bravi poi, onore a Caicedo che aveva fatto quindici giorni strepitosi. Avevo in mente di farlo giocare, ha avuto un problema venerdì ma gli ho fatto stringere i denti perché lo volevo per forza contro il Sassuolo.

Che problema ha avuto Radu e come mai in tuta in panchina?

Radu ieri sera ha cominciato ad avere dissenteria e vomito. Aveva 38.7 di febbre ed è rientrato a Roma con il dottor Marelli intorno a mezzogiorno. Per quanto riguarda la tuta, ho fatto questa scelta perché sapevo che mi sarei battuto insieme ai ragazzi prendendo acqua. Ora mi sono fatto una bella doccia calda e ho indossato il vestito.

Come ha visto Correa? Cosa rende la Lazio più fragile sui calci d’angolo?

Abbiamo fatto due errori gravi contro Lecce e Sassuolo. Non deve succedere a distanza di quindici giorni. Correa ha giocato una buona gara e sul cambio ero in dubbio se sostituire lui o una delle mezzali.

Terzo e quarto posto sfida tra Lazio e Roma? Un giudizio su Lukaku?

Sono passate tredici partite ed è presto per dare giudizi. Qualcuna ha un po’ rallentato, ma tornerà a correre. Per quanto riguarda Lukaku dipende da lui, anche Jony mi sta piacendo. Con il campo in quelle condizioni, con Lulic e Luiz Felipe ammoniti, prendere l’espulsione avrebbe compromesso la partita. Ho tolto tutti e due, rallentando l’entrata di Caicedo.