Lazio, Inzaghi: «In oggettiva emergenza, ma la squadra è matura. Sul rinnovo…»

lazio inzaghi
© foto As Roma 02/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Spal / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

La Lazio apre la stagione con i tre punti. Il commento di mister Inzaghi al termine della gara contro il Cagliari

Buona la prima per la Lazio. Lazzari e Immobile consegnano i tre punti a mister Inzaghi che, al termine del match, commenta la vittoria così sulle frequenze della radio ufficiale:

«La variabile del tempo era importante e l’abbiamo gestita bene, non ci siamo abituati. Bella vittoria su un campo difficile. Sono molto soddisfatto, i ragazzi sono stati bravisismi. Gara molto seria, anche se potevamo fare più gol e chiudere nel primo tempo. Atalanta e Inter? Sappiamo che sono importantissime, recupereremo forze ed energie per fare una grande gara mercoledì. Abbiamo oggettivamente difficoltà numeriche, ma la squadra è matura con grande spirito sacrificio, come Parolo che ha giocato nei tre. Ipotesi continuativa? Sicuramente è solo per l’emergenza, Parolo può fare tutti i ruoli. Marusic e Lazzari sono stati bravissimi, sono contento di loro come di tutti i ragazzi. La vittoria? Me l’aspettavo perchè i ragazzi hanno lavorato con concentrazione e serietà».

Le parole di Inzaghi a Sky Sport

«Intanto voglio fare i complimenti a mio fratello Pippo perché ha fatto grandi cose e ha meritato tutto questo. La sua partita era più difficile della mia perché loro sono una neopromossa e fare bene contro. Il problema della Lazio post lockdown è stato numerico. Anche adesso abbiamo dei problemi, soprattutto in difesa, dove ha dovuto giocare addirittura Parolo. Sapevo che avremmo fatto comunque una grande gara, la vittoria è strameritata. Questa squadra è da quattro anni che mi ragala grandissime emozioni. Non mi soprende la vittoria di oggi in un campo difficile come questo.

Pippo? Io penso che ognuno abbia il proprio percorso, ma la passione che mettiamo entrambi sul nostro lavoro è evidente. Sono contento per lui, ma anche per i nostri genitori. Certo da giocatori, Filippo ha fatto 300 e passa gol, io forse sono arrivato a 100, quindi la differenza la fanno i numeri.

Rinnovo? Io non ho ancora prolungato il contratto con la Lazio perché il mio presidente è molto impegnato e non c’è stato il momento di sedersi al tavolo. Ci sarà però tutto il tempo e ognuno farà le proprie valutazioni».

Inzaghi in conferenza stampa

«È stato un buon inizio, volevamo fare bene, sono contento anche per Pippo. È solo l’inizio, temevamo Di Francesco e il Cagliari, ma la vittoria non è mai stata in discussione. I nuovi? Sono contento, Escalante e Akpa Akpro ci hanno aiutato entrando bene. Gli altri invece li conosciamo già e sono fortunato perché alleno dei ragazzi meravigliosi.

C’è soddisfazione per non aver subito gol, ci tenevamo molto, i ragazzi sono stati bravi ad approcciarla subito bene. Lazzari e Marusic sono stati bravissimi, sono soddisfatto e dobbiamo continuare così. Per Immobile sono contento, ma non mi va di fare dei nomi, avrei inserito tutti perché se lo meritano. Atalanta? Match complicato da preparare bene in questi giorni».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy