Lazio, in Germania rimpianti e rabbia: Immobile cerca la rivincita

© foto Ag Napoli 01/08/2020 - campionato di calcio serie A / Napoli-Lazio / foto Alessandro Garofalo/Image Sport nella foto: esultanza gol Ciro Immobile

Oggi stella della Lazio, qualche anno fa “bidone” al Borussia Dortmund: questa sera Immobile cerca la sua rivincita.

Tutto in una notte. Tornare in Champions, vendicarsi del Borussia Dormtund, segnare e raggiungere (o addirittura superare) Beppe Signori nella classifica dei bomber della storia della Lazio. Sogna una serata speciale, Ciro Immobile. E chissà che non sia stato proprio il destino a scegliere l’avversario perfetto in una notte che potrebbe essere davvero perfetta. Era l’estate del 2014 e Ciro faceva faville in campionato con la maglia del Torino, 22 reti in 33 gare. Klopp se ne innamorò e per sostituire il “traditore” Lewandowski, fece spendere 20 milioni di euro per accaparrarsi Ciro. Ma in quella stagione, a parte la Supercoppa vinta sul Bayern, tutto va storto, non solo per il giocatore (appena 3 centri in Bundesliga), ma soprattutto per il club tedesco che non ingrana né in campionato né in Champions. Per Immobile fu un anno nero tanto che venne ceduto in prestito con obbligo di riscatto al Siviglia. Da lì la storia del bomber è nota con l’approdo alla Lazio la stagione successiva. La Bild lo definí un “flop”, un “bidone”, un “uomo pigro” e “uno dei più grandi errori della storia del club”. Neppure dopo la conquista della Scarpa d’oro ai danni di Lewandowski il giornale tedesco riconobbe d’aver esagerato un po’. Ecco Ciro il Grande stasera vorrebbe tanto regalarsi una serata magica e, perchè no, dedicare un gol speciale anche alla Bild. Cosi riporta l’edizione odierna de Il Messaggero.