Lazio, il match analyst: «Lavoriamo sui dettagli coi video». E su Vavro e Jony…

Di Marzio
© foto www.imagephotoagency.it

Il match analyst è la figura di cui si avvale inzaghi per studiare meglio gli avversari e i suoi giocatori. Nel suo staff ne sono presenti due: Allavena e Cerasaro

Non solo sul campo. Il metodo di lavoro di Inzaghi è noto per essere minuzioso e studiato in ogni dettaglio, per questo gli esercizi con la palla, spesso, non bastano. Nello staff della Lazio, è presente anche la figura del match analyst, che sfrutta la tecnologia per studiare al meglio gli avversari e modi per arginarli. Ai microfoni di Lazio Style Radio sono intervenuti i due analisti, Allavena e Cerasaro, per spiegare il loro lavoro: «La prima parte della preparazione sta procedendo bene. Il blocco della squadra è rimasto più o meno lo stesso, stiamo lavorando con i nuovi per fargli capire il nostro modo di giocare e di muoversi. In Germania avremo occasione di continuare a farlo. Il compito del match analyst è quello di lavorare sui particolari e alla fine far vedere al mister dove si può migliorare. Per queste amichevoli abbiamo preparato qualcosa, nelle prossime sfide attueremo cambiamenti e nuove cose da provare. Ci sono sempre variazioni, sono necessarie altrimenti diventi prevedibile. Il nostro mestiere sta crescendo, c’è una fitta rete in tutta Europa di match analyst e rimaniamo sempre in contatto».

I NUOVI GIOCATORI – «Noi possiamo aiutare i nuovi a inserirsi, quelli di quest’anno hanno molta voglia di imparare e hanno ricevuto materiale individuale sui movimenti da fare. Si sono messi a disposizione per dare il massimo. Abbiamo un sistema collaudato da anni, il 3-5-2. Quest’anno Inzaghi sta cercando di introdurre anche nuovi sistemi per poter magari cambiare in partita in corso e dare imprevedibilità. Servono giocatori duttili che possano interpretare diversi sistemi di gioco. Mandiamo video personalizzati per i giocatori. Li prepariamo e li mandiamo su whatsapp, ma quest’anno avremo novità a livello tecnologico con una nuova piattaforma dove poterli caricare».

CERASARO –  «Lo scorso anno non abbiamo raggiunto il posto in campionato che volevamo, nelle corde avevano altre possibilità. In questi giorni stiamo lavorando con le nostre certezze, siamo molto uniti e vogliamo fare bene. I nuovi arrivati si sono inseriti bene ed è merito anche di chi già era qui. A livello tecnico sono ragazzi validi, le prime impressioni sono positive. Attualmente non c’è alcuna modifica nel modulo, che tra l’altro è molto duttile. Lavoriamo sulle costruzioni da fare, sulla fase di non possesso, ma il sistema di riferimento rimane quello. Studiamo molto le palle inattive perchè nel calcio moderno la tattica la fa da padrona. Abbiamo grandi specialisti sui calci piazzati, come Luis Alberto e Leiva. Studiamo bene gli avversari per trovare le giuste soluzioni, sfruttare le loro debolezze. Vavro? Lui può dare una grande mano, sa attaccare la porta e ha una struttura fisica importante. Jony è un ottimo mancino e ci offre una soluzione in più. Ad Auronzo c’è un clima bellissimo, positivo e sono molto contento».