Connettiti con noi

Champions League

Lazio, Hoedt svela: «Inzaghi decisivo per il mio ritorno»

Pubblicato

su

Wesley Hoedt ha parlato di Lazio alla vigilia del match contro il Brugge

Ai microfoni di Gazet van AntwerpenWesley Hoedt ha rivelato un retroscena di calciomercato legato al Brugge, avversaria della Lazio nell’ultima gara della fase a gironi di Champions League, parlando anche del su ritorno in biancoceleste.

RITORNO ALLA LAZIO – «Rimanere era sicuramente un’opzione. Devo dire onestamente che ero disposto a cedere in parte, perché c’era tanta voglia di restare. Mi sono sentito benissimo lì. Anche la mia ragazza è originaria della Zelanda e viveva nelle vicinanze. Quindi ho parlato con Anversa e Southampton per concludere l’affare. Ma la differenza si è rivelata troppo grande. Ma se arriva un club che ha ancora di più da offrire in termini di sport, come atleta di punta – e sicuramente con le qualità che ho io – non ti resta che provarci. E finalmente è arrivata la Lazio. Nell’ultimo anno del mio precedente periodo alla Lazio, Inzaghi era già il mio allenatore. Ha giocato un ruolo molto importante nel mio ritorno».

BRUGES – «Ho avuto un incontro con loro. Ma in realtà non ho mai avuto davvero intenzione di andarci. Il motivo? Non era finanziariamente fattibile, ma anche perché sono molto popolare tra i tifosi dell’Anversa. Anche l’Anderlecht era interessato. Questo mi ha fatto piacere, dimostra che ho lasciato un’ottima impressione in Belgio. Ma lo ammetto… Anversa mi ha rubato un po il cuore»

 

Advertisement