Lazio, Ederson: «Nel mio undici ideale metterei sicuramente Biglia e Felipe Anderson»

ederson
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, l’ex biancoceleste in un’intervista ha formato il suo 11 ideale di una squadra di calcio: ecco i componenti

Ederson nella sua esperienza con l’aquila sul petto ha vissuto momenti di alti e bassi a causa soprattutto di tanti problemi fisici. L’ex biancoceleste è intervenuto ai microfoni di France Football e ha disegnato il suo 11 ideale che comprende anche due ex compagni della Capitale.

«In porta, è indiscutibile, il miglior portiere del mondo, Hugo Lloris (ride, ndr). Già a Nizza era incredibile. Dietro a destra scelgo Dani Alves, ci ho giocato in nazionale ma mi sarebbe piaciuto stare con lui anche in un club, è molto forte tecnicamente, un vero leader. Centrale di difesa metto Thiago Silva, abbiamo iniziato la carriera insieme. Per me è uno dei migliori ancora oggi, è forte, molto tecnico. È un vero capitano. Un giocatore come lui fa bene ad un gruppo. Accanto a lui, metterei Naldo. È bravo nel gioco aereo e fa buoni lanci dalla lunga distanza. Dietro a sinistra metterei Fabio Grosso, campione del mondo. È un giocatore che ho davvero ammirato. Amato il suo modo di giocare, la sua tecnica e il suo gioco, passaggi perfetti. Abbiamo giocato insieme a Lione e mi sono divertito molto con lui. A centrocampo inizio da Lucas Biglia incontrato alla Lazio. Lo conoscevo già perché lo affrontai con il Brasile in una sfida Under 17 contro l’Argentina. Ha una visione di gioco incredibile ed è forte tecnicamente. Accanto gli metterei Juninho, uno dei migliori calciatori mai conosciuti. Completo, un leader. È stato un piacere giocare con lui e vedere i suoi calci di punizione. Poi inserisco Felipe Anderson, altro brasiliano della Lazio. Giocatore forte, molto veloce e tecnico. Sull’altra fascia metterei Ederson, me stesso, ma non posso. Scelgo Neymar allora. Ho giocato con lui nel Brasile, era giovane, ma fortissimo. In attacco? Metto Benzema e Bakari Koné, con in panchina Lisandro Lopez. E in più porterei anche Toulalan, un centrocampista che tutte le squadre dovrebbero avere perché corre molto. Il tecnico? Frederic Antonetti».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy