Connettiti con noi

News

Lazio, da Disneyland a Siviglia, quando Gascoigne incontrò Maradona: «Sono distrutto», «Anche io»

Pubblicato

su

Maradona sfida Gascoigne: l’aneddoto di quando i due fuoriclasse si incontrarono nel ’92

La morte di Diego Armando Maradona, “El Pibe de Oro”, ha sconvolto l’inter mondo, non solo calcistico. La scomparsa del Dieci per eccellenza ha lasciato un vuoto nel cuore di tutti, non solo appassionati di calcio, riportando alla mente un’enorme valigia di ricordi, aneddoti, episodi, frasi, gol, giocate e sorrisi.
Tra i tanti, un evento che è ben impresso nella mente dei tifosi della Lazio. Vedere El Pibe de Oro indossare la maglia biancoceleste. Un episodio unico risalente al 10 novembre 1992. L’argentino, all’epoca nelle file del Siviglia, sfida in amichevole i biancocelesti di Paulo Gascoigne. Finisce 1-1: Gazza fa gol, Maradona illumina e colpisce l’incrocio dei pali. A fine partita l’attaccante laziale, Maurizio Neri, scambia la maglia proprio con Diego, che la indossa subito davanti alla tv. Una visione.

L’aneddoto nello specifico, raccontato da Il Corriere dello Sport, riguarda i due fuoriclasse:

Gazza ne aveva combinata un’altra, facendo indiavolare Dino Zoff. Era influenzato, poi con un permesso della società era volato a Parigi, accompagnando la fidanzata inglese a Disneyland. Tra Topolino e Pippo si diverte come un bambino e torna a Siviglia in tempo per l’amichevole. Avversari speciali: Gazza contro Diego. Baci e abbracci ad inizio partita. Proprio l’inglese, in una recente intervista, ha parlato di quel momento: “Ricordo di aver giocato una partita amichevole contro il Siviglia di Maradona in Spagna, dopo aver trascorso tre giorni di fila a bere a Disneyland. Nel tunnel degli spogliatoi ho detto a Diego che ero distrutto, a pezzi. Lui ha risposto: ‘Non preoccuparti, anche io’”. Due giocatori, un campione e un campionissimo, che a volte sono stati avvolti dalle tenebre. Solo con il pallone tra i piedi ritornavano alla luce: sapevano illuminare con un semplice tocco.