Lazio-Bologna, Thiago Motta in conferenza: «Biancocelesti in forma, noi pronti ad una bella prestazione»
Connettiti con noi

News

Lazio-Bologna, Thiago Motta in conferenza: «Biancocelesti in forma, noi pronti a fare una bella partita»

Pubblicato

su

Lazio-Bologna, Thiago Motta in conferenza: «Biancocelesti in forma, noi pronti a fare una bella partita» Le parole del tecnico

Intervenuto nella conferenza stampa pre Lazio Bologna, Thiago Motta ha presentato cosi la sfida:

LAZIO- «Quella di domenica sarà una bella partita contro una squadra in forma che ha battuto il Bayern Monaco. Come dico sempre, ogni partita ha la sua storia. Abbiamo fatto una buona preparazione in questi 3 giorni per arrivare pronti e fare una bella prestazione contro i nostri avversari»

ITALIANE IN CHAMPIONS- «Anche se sono i nostri prossimi avversari quando un’italiana va in Europa è sempre bello rappresentare il nostro calcio come hanno fatto loro. Non tifo per un’altra squadra ma spero che vinca il migliore e se a vincere sarà un’italiana ancora meglio.»

PARTITE CASA E TRASFERTA- «In casa abbiamo dimostrato di stare molto bene anche con l’aiuto del nostro pubblico. Quando affrontiamo in trasferta squadre del livello della Lazio dobbiamo fare bene se vogliamo ottenere un risultato positivo. Domani troveremo una Lazio che sta bene, si è visto l’altra sera. Ma noi dobbiamo competere e abbiamo la forza per farlo. Per noi giocare in trasferta domani significa poter sfruttare un’opportunità per fare una bella partita.»

FORZA FISICA E MENTALE- «Non riesco a separare lo stato fisico da quello mentale, tecnico o tattico. Va tutto insieme e in questo momento i ragazzi stanno molto bene, sia sotto l’aspetto tecnico sia su quello fisico. Dopo il gol annullato contro la Fiorentina non è stato facile continuare perché in quei casi non capisci neanche il perché ti viene annullato il gol. Se non siamo forti mentalmente possiamo andare in difficoltà, ma durante la gara di mercoledì siamo cresciuti e abbiamo meritato la vittoria»

CENTROCAMPO SENZA FREULER«Sarà un’opportunità per un altro, può essere anche John, abbiamo Oussama e Michel. Chi giocherà avrà una grande opportunità per dimostrare il proprio valore. Anche Calafiori può fare il centrocampista ma John ha grandi qualità tecniche e sa giocare bene nello stretto: sono giocatori diversi lui e Riccardo. Lucumì quando era più piccolo giocava più avanzato e questo lo ha sicuramente aiutato.»

ORSOLINI- «Sta facendo gol importanti di cui la squadra ha bisogno. Davanti alla porta è freddo, bravo e determinato: sente il gol. Nel calcio però ci sono tante altre cose da fare, cose basilari. Penso che ad alti livelli il gol e sia importante perché rappresenta un  qualcosa in più rispetto a quello che deve fare un calciatore. Riccardo in fase difensiva deve essere più attento, deve capire quando rallentare e quando accelerare, sta migliorando perché i gol gli fanno bene e la sua autostima sta aumentando. In allenamento si concentra anche sulle altre componenti di gioco per alzare il livello della squadra. Siamo undici in campo, è un gioco collettivo dove bisogna comunicare e capirsi a vicenda. Orsolini può fare di più quando c’è da sacrificarsi per il compagno come fa per esempio Victor, che va subito a recuperare la palla anche se non è stato lui a perderla.»

ZIRKZEE- «Sta bene, con l’aiuto dei nostri professionisti i ragazzi recuperano in tempi brevi e anche Joshua sta bene ed è pronto per la prossima partita. Vedremo se inizierà o aiuterà a gara in corso ma i ragazzi stanno tutti bene»

SKORUPSKI- Conosciamo il suo livello in campo ma dimostra anche umanamente di essere importante nel gruppo. Non è facile per uno abituato a giocare sempre sedersi in panchina: ha vissuto la partita come se fosse in campo, era contento per i compagni e per la squadra. E’ un esempio e questo è lo spirito giusto.»

PENSARE ALL’EUROPA- «E’ molto presto per pensare a un futuro così lontano perché manca tantissimo, il passato è bello ma non si può cambiare, il futuro dipende dal presente invece, se perdiamo tempo a pensare al futuro non pensiamo al presente. Mi piace vedere i miei ragazzi che si allenano al massimo e competono tra loro in maniera sana, accettano le decisioni dell’allenatore ma senza mai accontentarsi. Sono felice per i tifosi che si godono il momento ma ora è presto: quando sarà il momento ne parleremo, oggi pensiamo alla Lazio.»

Copyright 2024 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.