La verità sugli attriti tra Radu e la stampa romena

© foto www.imagephotoagency.it

Quando un giovane Radu si apprestava a vestire la casacca biancoceleste nel gennaio 2008, la stampa romena si mostrava ironica ritenendo che non fosse un giocatore di valore ma una semplice promessa. Vero. Ma che ad oggi è un campione affermatosi con la maglia della Lazio, con cui  ha un contratto fino al 2016.  Su blogGsSport.ro un giornalista romeno analizza correttamente come Stefan a Roma sia un idolo grazie alla sua professionalità e riservatezza.  “Si è stufato della realtà di casa sua, isolandosi semplicemente in quanto non ha voglia di farsi vedere in giro“. Accusato dalla stampa del suo paese di snobbare ampiamente la sua Nazionale, la realtà è che Radu doveva fare da riserva a Rat. Seccato, da quel momento non risponde più al telefono fino al settembre del 2011. Il giornalista prosegue raccontando che “ci siamo visti a Roma in un albergo, e lì ha smentito di non essersi fatto trovare pronto per la Nazionale.” Radu gli aveva infatti risposto così: “Una scemenza, ero infortunato, non avrei mai rinunciato ad una convocazione. L’unica cosa per cui dovrei vergognarmi è di aver segnato il mio primo gol con la Lazio solo dopo 5 anni”.

Oggi è la Nazionale ad aver di nuovo bisogno di Radu. 

 

 

Articolo precedente
Cana ruggisce: “Lazio, te la puoi giocare con tutte”
Prossimo articolo
Zoff incoraggia la Lazio: “Con il Milan ci vuole grinta”