RELIVE 2013 – Benvenuto Felipe: la Lazio abbraccia il suo gioiello

© foto www.imagephotoagency.it

“Annuntio vobis, gaudium magnum, habemus…Felipe Anderson!” Dopo sei mesi di trattative, la Lazio riesce nell’obiettivo fissatosi: portare Felipe Anderson a Roma. E’ stata una vera e propria telenovela, piena di colpi di scena, che ha visto come protagonisti Tare, Calveri, il Santos, il giocatore e, come antagonista, il famigerato Fondo Inglese. Una telenovela che però si è conclusa nel migliore dei modi, trasformandosi in una bellissima fiaba: il giovane Felipe, come Cenerentola che sfugge alle grinfie della matrigna per sposare il suo principe, alla fine è riuscito a liberarsi dal controllo del fondo brittanco, coronando il suo sogno di ‘sposare’ la Lazio.

Ora il futuro del brasiliano è nelle mani di Petkovic, ma anche di tutto l’ambiente laziale che dovrà coccolarlo, accudirlo e lasciarlo crescere. E’ tanta l’aspettativa intorno a questo ragazzo, ma a soli venti anni non è facile portare sulle proprie spalle troppa pressione. Dovrà essere proprio il tecnico di Sarajevo a tutelare il suo gioiello: gli insegnerà ad ignorare le critiche, ma anche ad isolarsi dai complimenti. Il brasiliano vestirà con molta probabilità la maglia numero 10: una maglia quasi stregata in casa Lazio che in pochi hanno saputo sopportare. Per la prossima stagione probabilmente Petko ha in mente qualcosa di nuovo, un modulo diverso che sarà più di un’alternativa al 4-1-4-1 che tanto ha fruttato nella passata stagione. Probabile che l’allenatore inizi a pensare ad uno schieramento con un vero e proprio tridente offensivo (4-3-3 o 3-4-3) con Felipe Anderson come uno degli esterni d’attacco. In ogni caso, tattica a parte, fondamentale sarà l’inserimento nel calcio italiano del ragazzo che, visto un infortunio alla caviglia che lo lascerà out fino a fine luglio, sarà ancora più complicato. L’approccio dovrà essere graduale, per cui nessuno dovrà aver fretta e dovrà giudicare il giocatore dopo poco tempo. Il talento c’è, è fuor di dubbio, insieme a Neymar nella stagione 2011-2012 ha incantato: ora vuole stupire anche i suoi nuovi tifosi che hanno aspettato sei mesi prima di abbracciarlo. Adesso, dopo un periodo molto travagliato, il ragazzo ha bisogno soltanto di tranquillità. Benvenuto Felipe!

Edoardo De Santis – Lazionews24.com 

PUBBLICATO: 29 GIUNGO 2013