Lazio, conferenza Inzaghi: «Domani servirà una partita da vera Lazio». Sugli infortunati…

Inzaghi
© foto S. S. Lazio

La conferenza di mister Inzaghi in vista del monday-night di domani

Frosinone e Lazio domani si sfideranno al Benito Stirpe nel match che andrà in scena alle 19:00. I padroni di casa vengono dalla vittoria per 4-0 sul Bologna; i biancocelesti dalla gara contro l’Inter di Coppa Italia. Di seguito le parole di mister Inzaghi in conferenza stampa.

Cosa rimane della bella vittoria di Milano?

«La squadra con i successi prende autostima ma veniamo da un un momento positivo, da una qualificazione meritata, nonostante tutto quello che è accaduto la squadra è rimasta concentrata siamo in semifinale con grande merito. Ormai la Juve e l’Inter sono andate, dobbiamo fare punti in campionato a partire da domani».

Questa è la nuova Lazio?

«Non dimentichiamo che alla fine del girone di andata eravamo quarti e ci siamo qualificati con due turni di anticipo in Europa League, quindi penso che quello che è stato fatto non è da buttare via. C’è sempre da migliorare ora la coppia Correa-Immobile con Caciedo come alternativa mi stanno soddisfacendo come tutti gli altri, abbiamo soluzioni che devo essere bravo io a valutare partita per partita».

Cosa pensa del nuovo acquisto Romulo?

«Romulo è un giocatore che ha fatto un’ ottima carriera, ha dimostrato di voler venire alla Lazio a tutti i costi, è molto umile e ha già fatto due allenamenti con noi. E’ una buona alternativa a Marusic, domani verrà convocato e dovrò essere io a capire chi è più in forma perchè dovremo fare una partita da Lazio».

Situazione infortunati?

«Wallace ha avuto uno stiramento tra il primo e il secondo grado sarà out per circa un mese, spiace perchè a Milano nei primi 68 minuti ha fatto molto bene il terzo dopo aver fatto il centrale contro la Juve. Luiz Felipe sta meglio cercheremo di recuperalo per Empoli già da oggi ha iniziato a lavorare sul campo ma domani non verrà convocato. Lukaku sta facendo un lavoro a parte per potersi allenare nel migliore dei modi perchè ha un problema al  tendine, infine Bruno Jordao lo riavremo dopo l’Empoli. Gli altri ad eccezione di Milinkovic verranno tutti convocati insieme a Zitelli e Calai della Primavera».

Domani farà turnover?

«Dovrò capire chi mi darà le migliori condizioni per giocare, metterò in campo la squadra più idonea per fare una grande partita».

Cosa ha significato quell’esultanza al rigore di Leiva?

«Nessuna rivincita, mi è sempre dispiaciuto per i ragazzi e per i tifosi perchè dopo la partita con la Juve i ragazzi erano stati eccezionali i tifosi ci avevano trascinato a Milano dovevamo chiudere la partita, i nostri tifosi sempre li a soffrire con noi è stata un’esultanza di liberazione».

Il gruppo è il vostro valore aggiunto?

«Penso che il gruppo deve essere la nostra forza, un giocatore ti può far vincere una partita ma essere l’unica squadra italiana a competere su tre fronti è motivo di orgoglio. Devo avere l’aiuto di tutti i ragazzi poi dovrò sempre fare delle scelte, sono scelte che non accontentano tutti ma le faccio sempre con massima coerenza e lucidità».

Che idea ti sei fatto del Frosinone?

«Abbiamo analizzato il Frosinone, è una squadra che gioca a calcio ha vinto la partita di Bologna, è una squadra in salute abbiamo grande rispetto per loro e sappiamo di dover fare una partita importante, dovremo essere bravi a fare una partita da vera Lazio. Classifica?Sappiamo che ora dopo le partite con Napoli e Juve dobbiamo fare punti,vedremo quello che succederà, quello che mi interessa è dare continuità di prestazioni».