Dalla Primavera alla prima squadra: tutti i talenti lanciati da Inzaghi

© foto @CalcioNews24

Lazio, Raul Moro e Luca Falbo sono solo due dei 15 giocatori lanciati in Serie A da Simone Inzaghi, provenienti dal Settore giovanile

«Sarò sempre grato al mister» ha dichiarato ieri sera, al termine di Juventus-Lazio, Raul Moro. Un ringraziamento sincero e spontaneo per coronare un’avventura iniziata come una scommessa. Perchè, se dalle situazioni più avverse bisogna sempre ricavarne del buono, l’ex Primavera è stato baciato in testa dalla fortuna. Il campionato Primavera interrotto, l’emergenza infortuni nello spogliatoio: tutto ha tramato affinchè quell’esatto momento, immaginato chissà quante volte, potesse diventare realtà.

«Credevo ci avesse convocato solo per fare numero», ha candidamente ammesso. E invece il ragazzo, non solo è rientrato nella lista dei chiamati per la trasferta di Torino, ma ha avuto anche la possibilità di calcare il campo dello Stadium. A condivere quell’emozione unica anche Luca Falbo che, però, aveva già provato la maglia dei grandi nella gara di Europa League contro il Rennes: «È stata un’emozione bellissima!».

Se il cammino della Lazio verso lo Scudetto si è interrotto, quello dei due ragazzi nel calcio che conta è appena cominciato.
Il Settore Giovanile biancoceleste è, da sempre, una vera e propria cantera di talenti da cui Inzaghi ha saputo pescare prospetti interessanti per il futuro della prima squadra. Freschezza, talento e umiltà: questi i valori fissati come parametri per esordire sotto la guida sapiente di Simone.

Perchè il lavoro costante paga sempre. È un motto che il mister recita spesso a fine gara e che conoscono bene anche i 15 aquilotti che hanno saggiato il terreno della Serie A spinti proprio da Inzaghi. Raul Moro e Falbo, infatti, sono solo gli ultimi di un elenco che vede – come riportato da Lazio Page – Strakosha, Lombardi, Murgia e Prce. Ma anche Rossi, Palombi e Spizzichino; Neto, Jordao, Armini, Miceli, Capanni e D. Anderson.
Perchè per plasmare il futuro si deve partire dal presente e la Lazio lo fa direttamente da Formello.

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy