Europa League, Condò e Bergomi: «Lazio favorita con il Salisburgo, ma occhio all’andata…»

Bergomi
© foto Gc Firenze 07/04/2013 - campionato di calcio serie A / Fiorentina-Milan / foto Giuseppe Celeste/Image Sport nella foto: Giuseppe Bergomi

Dopo il sorteggio di Europa League, si sono espressi in diretta su Sky Sport i due opinionisti Paolo Condò e Beppe Bergomi

Sorteggio non proibitivo per la Lazio che pesca il Salisburgo. Subito dopo l’estrazione hanno commentato l’accoppiamento Paolo Condò e Beppe Bergomi in diretta su Sky Sport: «L’allenatore del Salisburgo Marco Rose è un predestinato, lo scorso anno ha vinto la Youth League con gli austriaci. Il difetto della Lazio è la difficoltà nell’interpretare bene la gara d’andata: sia con la Steaua Bucarest che con la Dinamo Kiev la squadra di Inzaghi si è complicata la vita nella prima partita. I biancocelesti devono evitare di ripetere lo stesso errore con il Salisburgo, considerando anche che la prima sarà in casa. De Vrij? Giocherà professionalmente fino alla fine, di sicuro lui è affezionato alla Lazio e ai suoi compagni» – ha dichiarato il giornalista.

BERGOMI – Poi ha commentato l’ex capitano dell’Inter: «Il sorteggio è equilibrato, tranne l’Atletico la Lazio se la sarebbe giocata con chiunque, anche con l’Arsenal. A parte Lipsia contro Marsiglia, c’è un favorito chiaro pur con dei rischi in ogni partita. Nel 3-5-2 della Lazio con gli esterni molto alti c’è qualche rischio e la fase difensiva può essere precaria. Ma la squadra crea tantissimo. Spero possa andare il più avanti possibile: ha qualità e gioca un grande calcio. Felipe Anderson poi in queste competizioni è un giocatore decisivo. LeivaNon conoscendolo mi sembra un ragazzo intelligente. Parla molto bene l’italiano, si è integrato benissimo. Per come gioca la Lazio è più funzionale di Biglia. Dà equilibrio e s’inserisce anche, poi la qualità la danno gli altri. Anche lui il pallone lo fa uscire bene ed ha una grande leadership. È decisivo, un esempio positivo. Immobile? La Lazio l’ho commentata anche nel girone. Immobile non partiva titolare, poi entrava trovando gol decisivi. Non ci meraviglia più: allunga la squadra benissimo ed è funzionale agli altri giocatori. Sarà determinante per la Lazio».

Articolo precedente
DurmisiBelgio, Lukaku tra i convocati per l’amichevole contro l’Arabia Saudita – FOTO
Prossimo articolo
Focus – Europa League, alla scoperta del Red Bull Salisburgo