Empoli, Andreazzoli: «Nessuna rivincita personale, stimo molto la Lazio e Inzaghi»

© foto www.imagephotoagency.it

Empoli, la conferenza stampa del tecnico Aurelio Andreazzoli alla vigilia della sfida di campionato contro la Lazio

«Siamo incuriositi da questa sfida – ha ammesso l’allenatore dell’Empoli Andreazzoli -, perché per la prima volta affrontiamo una squadra di prima fascia che la passata stagione ha sfiorato l’accesso in Champions. Li stimo moltissimo per come giocano e per la forza che hanno, così come stimo il loro allenatore. La Lazio è una squadra che mi piace, per il sistema di gioco che adottano, per come partecipano alla manovra, per le individualità. Siamo ben consapevoli di trovarci di fronte ad una grande squadra, una squadra potente sotto ogni punto di vista sia tecnico che fisico».

SUL MODULO – «Il sistema incide come collocazione sul terreno di gioco, ma poi sono altre le cose che fanno la differenza: dipende da come si interpreta il gioco, come si accettano le sfide, come si affrontano le situazioni, in particolar modo in quelle impreviste. Il calcio a volte sfugge dalle logiche ma si rivela come una somma di situazioni, talvolta anche imprevedibili: se una squadra riesce a rispondere nel giusto modo e ad interpretare al meglio questa variabilità può avere dei vantaggi, anche se l’avversario sula carta è considerato migliore».

IL PASSATO ALLA ROMA – «Sfida particolare?  Direi di no, io sono concentrato solo sul presente e alla gara di domani senza pensare al passato. Come detto, siamo curiosi di confrontarci con una squadra importante: dobbiamo mettere tutto quello che abbiamo e anche qualcosa in più perché quando il livello si alza aumenta la richiesta. Sarà una partita difficile ma siamo pronti».

Articolo precedente
primaveraPRIMAVERA – Buona la prima per Bonacina: i biancocelesti vincono di misura con il Foggia
Prossimo articolo
Lazio, squadra in viaggio verso Empoli – FOTO