Conte: «Sono diventato romanista molto lentamente. Auguro alla Lazio di avere il suo stadio»

conte
© foto www.imagephotoagency.it

Il Premier Giuseppe Conte ha parlato della sua fede calcistica ai microfoni de La Gazzetta dello Sport

«Sono diventato romanista molto lentamente. Mi trasferii a Roma per gli studi universitari, ma i primi anni rimasi tiepido rispetto alle squadre romane. Mi portavo appresso il tifo per il Foggia dell’epopea zemaniana e ancora conservavo il ricordo della Fiorentina di Antognoni», rivela Giuseppe Conte. Poi si parla anche dello stadio della Roma e con un pensiero anche alla Lazio: «Stadio della Roma? Confido che questa infrastruttura possa essere realizzata. Comunque io sono un tifoso, ma sono un tifoso sportivo: auguro anche alla Lazio di avviare un progetto per la realizzazione del nuovo stadio».