Connettiti con noi

Champions League

Conferenza Inzaghi: «Domani come una finale! Possiamo battere tranquillamente il Bruges»

Pubblicato

su

Le parole di Simone Inzaghi, nella canonica conferenza stampa della vigilia, per presentare la gara tra Lazio e Bruges

Alla vigilia del match decisivo tra Lazio e Bruges – valido per l’ultima giornata del Girone F di Champions League -, Simone Inzaghi ha risposto, in conferenza stampa, alle domande dei cronisti:

APICE CARRIERA ALLENATORE – «Domani sarà come una finale. Solitamente le finali le giochiamo bene, speriamo sia così anche domani. Può valere la storia del club perchè sono vent’anni che non passiamo agli ottavi».

CORREA – «Oggi faremo allenamento, non ci saranno Muriqi e Lulic. Correa, Patric e chi ha giocato contro lo Spezia sarà valutato. Per questi ultimi due ci saranno speranze, ma dovremo vedere oggi».

RISULTATO – «Vista l’importanza della partita, chiederò di arrivarci nel modo giusto ma con la mente libera e la consapevolezza di essere una squadra che può battere tranquillamente il Bruges. Per questo cammino in Champions, probabilmente siamo andati oltre le aspettative, ma io ci credevo fortemente. 9 punti dopo 5 gare, ci manca ancora la matematica».

CORONAMENTO DEL LAVORO – «Si può sempre migliorare, senza guardare indietro ciò che è stato. Comunque non dobbiamo dimenticare che questo gruppo mi dà grandissime gioie da quattro anni e mezzo. Domani sarebbe un’altra medaglia nella bacheca. Partita di grande importanza, ma squadra con grandissimo cuore e mente libera. Abbiamo la consapevolezza di essere una squadra forte che se l’è sempre giocata».

CHAMPIONS MANCATA CONTRO L’INTER – «A me viene in mente anche la finale di Supercoppa, quella di Coppa Italia. Al di là di quella gara lì, siamo consapevoli che domani dovremo interpretare la partita nel modo giusto».

QUALITÀ – «Lo spirito di squadra, l’unione e la compattezza. Abbiamo avuto infortuni, defezioni, partite ravvicinate, ma la squadra si è sempre compattata volendo fare ottime prestazioni, grazie alle quali domani ci giochiamo gli ottavi».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy