Giudice Sportivo, squalifica per la Curva Nord

irriducibili curva nord
© foto Lazio News 24

Si è pronunciato oggi il Giudice Sportivo sui fatti accaduti nell’ultimo weekend di Serie A. Squalificata per una giornata la curva Nord

Il Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea, ha deliberato le decisioni in merito all’ultima giornata di Serie A. Era attesa una decisione per la Curva Nord della Lazio dopo alcuni ululati razzisti agli indirizzi di Adjapong. Decisione che è arrivata pochi minuti fa e prevede la chiusura del settore pulsante del tifo biancoceleste per la partita casalinga contro il Cagliari e per quella contro l’Udinese. Sulla Lazio infatti gravava una diffida dal derby del 30 aprile contro la Roma; in quella circostanza non ci fu nessuna sanzione, ma nel caso in cui si fossero verificati nuovi episodi prima del 30 aprile 2018 (ovvero entro un anno), le giornate di squalifica sarebbero state due, quella incriminata (con il Sassuolo ndr) e quella contro la Roma, per cui la pena era stata sospesa. Di seguito la nota del comunicato della Lega Calcio: «Letta la relazione dei collaboratori della Procura federale nella quale, tra l’altro, si riferisce che i sostenitori della società Lazio, assiepati nel settore “Curva Nord”, nel numero di circa 2000 (rispetto a n. 5449 occupanti), si rendevano responsabili, al 31° del primo tempo ed al 33° del secondo tempo, di cori espressione di discriminazione razziale, durati alcuni secondi, nei confronti, rispettivamente, dei calciatori del Sassuolo Adjapong Claud e Duncan Alfred; considerato che i cori venivano percepiti da tutti e tre i collaboratori della Procura, posizionati anche in parti dell’impianto distanti dal Settore sopradetto; considerato, altresì, che il direttore di gara nel proprio rapporto ha dato conto puntualmente dell’accaduto, seppur riferendo i cori al solo calciatore Adjapong Claud, con relativa richiesta al Responsabile del servizio d’ordine, per il tramite del IV Ufficiale, di effettuare l’annuncio di rito ai fini anche dell’eventuale sospensione della gara (annuncio effettuato al 38° del primo tempo); ritenuto che gli episodi sopradescritti integrano, in termini di dimensione e percezione reale, i presupposti di rilevanza e quindi di punibilità delle condotte dei sostenitori, ex art. 11, n. 3 CGS, delle quali è chiamata a rispondere a titolo di responsabilità oggettiva la soc. SS Lazio; delibera di sanzionare la Soc. SS Lazio con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Nord” privo di spettatori. Dispone, altresì, la revoca della sospensione dell’esecuzione della sanzione inflitta in occasione della gara Roma-Lazio del 30 aprile 2017 (CU LNPA n. 197 del 2 maggio 2017), per mancata decorrenza dell’annuale “periodo di prova”». Sul comunicato, viene poi confermata la seconda ammonizione stagionale per Stefan de Vrij (“per comportamento scorretto nei confronti di un avversario”) e per Ciro Immobile (sanzionato per proteste).